Emilia Romagna

Scritte contro Frascaroli e Nicoletti “Sgomberi per poltrone”

frascaroli_nicoletti

BOLOGNA – Insulti contro Amelia Frascaroli e Roberto Nicoletti, dopo la decisione dell’ex prorettore agli Studenti dell’Alma mater di Bologna di correre in lista con l’assessore al Welfare della Giunta Merola. Le scritte, “Uno sgombero val bene una poltrona” seguito da un invito non proprio gentile e da una falce e martello, sono apparse questa notte sul portone dell’ex convento di Santa Marta, non lontano da dove vive l’assessore.

A postare le foto con le scritte “diffamatorie” nei confronti di Frascaroli e Nicoletti è la presidente del quartiere San Vitale Milena Naldi, a sua volta candidata nella lista “Città comune con Amelia”. “Condanno con fermezza il gesto frutto di una visione distorta e falsa della realtà, incapace di riconoscere il lavoro che è stato fatto sulle politiche abitative e su chi senza strumentalizzazioni politiche agisce per affrontare situazioni di fragilità”, scrive Naldi, che promette: “Cancelleremo presto quelle scritte e invitiamo gli anonimi autori a riflettere”.

Le scritte trovano una spiegazione con il ruolo avuto da Nicoletti nel braccio di ferro tra ateneo e collettivi universitari. Ieri a commentare criticamente la candidatura di Nicoletti era lo stesso Gianmarco De Pieri, leader del Tpo in campo con Coalizione civica. De Pieri postava un’altra foto, quella della sede di Bartleby liberata e ancora sotto lucchetto. “‘Capo di Lucca serve immediatamente all’Universita”. Prof. Nicoletti, candidato per Amelia Frascaroli a ‘verdiniare’ il Pd”, scriveva De Pieri.

di Mirko Billi, giornalista professionista

11 aprile 2016
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»