AREA ABBONATI - Accedi ai notiziari

DIRE ambiente

Terna al lavoro sull’elettrodotto sottomarino tra Italia e Tunisia

elettrodotto sottomarino italia tunisiaIl collegamento elettrico sottomarino tra Italia e Tunisia “è un’ipotesi molto interessante. Noi, insieme all’operatore integrato tunisino Steg, siamo azionisti di una società di progetto che studia quest’opera da tanti anni: continuiamo a lavorare perché il progetto possa essere portato ad un livello di maturazione maggiore, definirlo cioè da un punto di vista tecnico, calcolandone costi e benefici”. Così Matteo Del Fante, Ad di Terna, a margine di Eunomia Master 2015 in corso a Settignano (Firenze). Dalla Tunisia, spiega l’Ad, “abbiamo avuto dei segnali”. Inoltre si tratta del “Paese politicamente più stabile” ed è “il punto più vicino per creare un collegamento” che significa “minori costi a sistema Italia”.

11 aprile 2015

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»

DIRE

DIRE.it – Documenti Informazione REsoconti dal 1988