AREA ABBONATI - Accedi ai notiziari

DIRE lazio

Liscia o gassata ma gratis, inaugurata la prima Casa dell’acqua Acea di Roma

casa dell'acquaAcqua liscia o acqua frizzante. Basta spingere un bottone per riempire una bottiglia o un semplice bicchiere. Rigorosamente gratis come deve essere per “l’acqua del sindaco”. Queste le caratteristiche della prima Casa dell’acqua targata Acea, installata questa mattina, dopo la presentazione del primo prototipo qualche mese fa, al mercato rionale della Magliana.

Le nuove Case dell’acqua, moderne versioni dei nasoni romani, entro quest’estate saranno 30, mentre per l’inizio del Giubileo diventeranno 100 tra Roma e Provincia. Saranno dotate, oltre che dei due rubinetti, di uno schermo che darà informazioni ai cittadini e di prese elettriche per ricaricare telefoni e tablet.

“L’acqua è un bene di tutti- ha spiegato l’assessore ai Lavori Pubblici, Maurizio Pucci, che ha inaugurato la Casa dell’acqua insieme al presidente di Acea Catia Tomasetti e al presidente dell’ XI Municipio, Maurizio Veloccia- Un bene pubblico e indispensabile. Questa Casa dell’acqua evita di usare quella in bottiglia e questo vuol dire avere meno rifiuti. Si tratta poi di acqua sana che evita ai romani di spendere soldi perché è assolutamente gratutita. Nelle prossime settimane ne inaugureremo circa 30”.

casa acqua acea 2

“Alla fine saranno 100- ha precisato Tomasetti- e quelle del centro avranno un disegno particolare, a forma di edicola, in conformità con i dettami della sovrintendenza. Rispetto ai vecchi nasoni le nuove casette distribuiscono anche acqua frizzante: abbiamo i laboratori migliori d’Italia per la verifica e il trattamento dell’acqua. E all’interno delle casette c’è un macchinario sofisticato controllato da remoto per verificare la qualità dell’acqua. Abbiamo poi pensato ad installare ricaricatori per smartphone e tablet e di video per avere informazioni in tempo reale. Se usate correttamente queste casette faranno risparmiare 1800 tonnellate di bottiglie di plastica all’anno. Quanto basta per riempire il Colosseo”.

Soddisfatto anche Veloccia: “Non a caso abbiamo scelto la Magliana- ha detto- Si tratta di un quartiere popolare che sta diventando un simbolo di avanguardia per Roma. Che in un mercato rionale si possa inaugurare una Casa dell’acqua per distribuire acqua gratuita e sana è un fatto importante che rilancia anche l’esperienza dei mercati rionali”.

Leonori, infine, ha ricordato che “è in corso una ricognizione dei mercati interessati per le prossime Case dell’acqua. La prossima sarà ad Ostia al mercato dell’Appagliatore”.

11 aprile 2015

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»

DIRE
facebooktwitteryoutubelinkedIn instagram