AREA ABBONATI - Accedi ai notiziari

DIRE calabria

67 milioni per i ‘neet’, in Calabria arriva Garanzia Giovani

giovaniROMA – Più di 67 milioni di euro stanziati dall’Europa per la lotta alla disoccupazione giovanile in Calabria. E’ stato presentato a Lamezia Terme, Garanzia Giovani, un piano europeo di programmazione per favorire l’inserimento lavorativo di giovani dai 15 ai 29 anni che non studiano e non lavorano, i cosiddetti ‘neet’.

I fondi saranno investiti in politiche attive di orientamento, istruzione, formazione e inserimento al lavoro. Alla Calabria sono stati assegnati 67.668.432 euro, più di 36 milioni di euro sono risorse di competenza della Regione, per attuare il piano regionale a sostegno dell’occupazione giovanile. Oltre 46mila i giovani che potranno usufruire di servizi utili per l’accompagnamento e l’inserimento lavorativo. Ingenti risorse sono destinate a bonus occupazionali ed a tirocini, che consentono alle imprese di formare i giovani direttamente sul campo. La Regione si è attivata inoltre per l’accoglienza, la presa in carico e l’accompagnamento, la formazione professionale, il servizio civile, il sostegno all’auto-impiego e all’auto-imprenditorialità, la mobilità transnazionale.

Siamo la regione che ha il più alto tasso di disoccupazione e di disoccupazione giovanile– ha detto il presidente della Regione, Mario Oliverio- una regione che più delle altre meridionali non è riuscita ad utilizzare pienamente le risorse europee. Una terra non ha futuro se non guarda ai suoi giovani. Il problema del lavoro deve essere il tema centrale verso cui mobilitare tutte le energie, perché abbiamo situazioni gravi. Le risorse vanno utilizzate e noi lavoreremo in questa direzione”.

“Questo strumento e’ l’inizio di un percorso- ha aggiunto Oliverio- basato soprattuto sull’informazione, sull’accompagnamento. Occorre un nuovo passo, perché è necessario un cambiamento per la nostra terra. Dobbiamo lavorare perché si crei un sistema virtuoso in cui ognuno è chiamato a dare il proprio contributo. Nella stagione nuova che si è aperta occorrono sinergie a più livelli; così saremo in grado di costruire un futuro per i nostri giovani, per le nostre ragazze, una vita libera dal bisogno”.
Il programma Garanzia Giovani rappresenta per la Regione Calabria anche l’occasione di adeguare il sistema del mercato del lavoro. Con la delibera numero 41 del 27 febbraio 2015, la Giunta regionale ha riconosciuto il ruolo delle agenzie per il Lavoro autorizzate dal ministero, introdotto dal Pacchetto Treu e dalla Riforma Biagi. Questa delibera permette ai Centri per l’Impiego di poter collaborare con le nuove realtà accreditate per offrire ai giovani e alle imprese maggiori servizi per favorire l’incontro fra domanda e offerta di lavoro.
“Garanzia Giovani- spiega l’assessore Carlo Guccione – è uno strumento importante nell’ambito di in una strategia più complessiva sul lavoro, la più grande opportunità degli ultimi anni. L’assemblea di oggi è un importante punto di partenza. Il prossimo 6 aprile partiranno i bandi e una vasta azione territoriale, di informazione, che raggiungerà i giovani, i fruitori del programma. Per chi sarà assunto a tempo indeterminato tramite Garanzia Giovani, l’abbattimento del costo del lavoro può arrivare al 50% grazie alla cumulabilità del Jobs Act e del bonus occupazionale”.

 

di Mario Piccirillo

11 marzo 2015

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»

DIRE

DIRE.it – Documenti Informazione REsoconti dal 1988