Sinistra, De Magistris deposita il simbolo per la lista: “Ma per le europee ancora nodi da sciogliere”

"Abbiamo scelto il simbolo, che depositerò in settimana, di un progetto politico nuovo che, al di là delle europee, è in campo per rappresentare una proposta di alternativa seria al salvinismo che avanza"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

NAPOLI – “Abbiamo scelto il simbolo, che depositerò in settimana, di un progetto politico nuovo che, al di là delle europee, è in campo per rappresentare una proposta di alternativa seria al salvinismo che avanza, da Napoli per l’Italia. E non è un caso che da oggi siamo #cittàdesalvinizzata“. Lo annuncia il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, parlando a margine di una conferenza stampa nella sede del movimento demA.

Questo nuovo progetto politico sarà “una confluenza di movimenti – spiega l’ex Pm – in cui c’è anche demA. Noi siamo orgogliosi di fare un progetto orizzontale, privo di verticalizzazioni, nel quale tutti hanno convenuto di riconoscere in me un ruolo di guida che mi responsabilizza molto”.

DE MAGISTRIS, CANDIDATURA ALLE EUROPEE ANCORA IN FORSE

Il nuovo simbolo, però, almeno per il momento non annuncia anche la discesa in campo di de Magistris alle europee di maggio. “Il progetto non parte né si ferma con le europee – sottolinea il primo cittadino di Napoli -. Il simbolo c’è ma dobbiamo vedere se ci sono le condizioni per mettere in campo una lista per le europee. Ieri abbiamo fatto una riunione molto utile ma, a mio avviso, non ci siamo ancora, ci sono alcuni nodi da sciogliere. Questa settimana si dovrebbero definire ulteriori passaggi e se riusciamo nell’impresa, il primo marzo si comincia la campagna elettorale. Altrimenti, e parlo come Luigi de Magistris, non ci saremo ma resto abbastanza fiducioso”.

EUROPEE. DE MAGISTRIS: SERVE ALTERNATIVA O LEGA SOPRA IL 30%

“Se alle europee non ci sarà un’alternativa credibile, altro che Abruzzo. Avremo una Lega molto sopra al 30% e le altre forze che affanno al di sotto e perché non sono in questo momento ritenute credibili sotto il profilo del contrasto alle destre”. Per il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, interpellato dai giornalisti a margine di una conferenza stampa nella sede di demA, le elezioni regionali in Abruzzo rappresentano un campanello d’allarme forte in vista delle prossime europee.

“Dalle urne abruzzesi emerge che per contrastare Salvini ci vuole un’offerta politica innovativa seria, forte e che parta dal basso”, dice l’ex Pm, che proprio oggi ha annunciato un nuovo simbolo per un progetto politico che potrebbe vederlo in campo alle prossime europee. “Ci stiamo preparando a essere l’anti Salvini – assicura – anche per contrastare quello che è arrivato dall’Abruzzo”.

DE MAGISTRIS: CON VAROUFAKIS TUTTO BENE

Nei giorni scorsi, De Magistris aveva confermato di star “lavorando bene” anche con l’ex ministro alle Finanze greco, Yanis Varoufakis “eppure sui giornali leggo storie che non esistono. Io credo – aggiunge il sindaco di Napoli – che si sia uno spazio politico per mettere in campo la nostra proposta per un’Europa di diritti, popoli, giustizia sociale, uguaglianza e solidarietà”.

LEGGI ANCHE:

VIDEO | De Magistris: “Tifo per la rottura del contratto Lega-M5s”

De Magistris contro Salvini per le divise della Polizia: “Strumentalizza istituzioni di tutti, è inaccettabile”

De Magistris lancia “l’alternativa all’onda nera”

LA LETTERA DI DE MAGISTRIS: “COALIZIONE PER LE EUROPEE CONTRO NEOLIBERISTI E NEOFASCISTI”

Il sindaco di Napoli ha recentemente scritto una lettera aperta sul sito del suo movimento DemA, spiegando il suo progetto: “Credo che ci sono tutte le condizioni per realizzare una forte, ampia ed unitaria coalizione in grado di affrontare le forze neoliberiste, quelle neofasciste e quelle qualunquiste. Il tempo è adesso, proviamoci insieme, noi ci stiamo!”.

Il governo Lega-5Stelle per l’ex Pm manifesta sempre più il suo carattere “negativo per i diritti degli italiani e di tutti quelli che abitano la nostra Terra”, mentre l’opposizione politica parlamentare “è flebile e poco credibile, cresce, invece, nel Paese giorno dopo giorno l’opposizione sociale”.

“Gli spazi per l’alternativa dal basso sono enormi – si legge nel testo di de Magistris – ed oggi tocca chiederci, in modo pressante, se siamo già pronti per le elezioni europee della prossima primavera. Lo dobbiamo decidere insieme presto con una risposta che si spera unitaria”.

Si dovrà da subito lavorare, spiega il presidente di demA, facendo il punto dopo l’assemblea nazionale del 1 dicembre scorso: “alla disponibilità di candidature di persone credibili in quanto espressioni di storie personali o collettive di lotta per i beni comuni, per l’ambiente, per i diritti civili, contro corruzioni e mafie, per l’economia solidale, insomma per l’attuazione dei valori costituzionali”.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

11 Febbraio 2019
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»