Rapporto Amnesty: “In Italia attacco ai diritti umani e gestione repressiva dei migranti”

Nello studio si denuncia che il governo “si è subito distinto per una gestione repressiva del fenomeno migratorio”.
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Gestione “repressiva” del fenomeno migratorio,erosione” dei diritti umani dei richiedenti asilo, “retorica xenofoba” in politica, sgomberi forzati “senza alternative”: sono alcune delle contestazioni, rispetto all’Italia, contenute in un rapporto di Amnesty International pubblicato oggi. Nello studio si denuncia che il governo “si è subito distinto per una gestione repressiva del fenomeno migratorio”.

Secondo Amnesty, “le autorità hanno ostacolato e continuano a ostacolare lo sbarco in Italia di centinaia di persone salvate in mare, infliggendo loro ulteriori sofferenze e minando il funzionamento complessivo del sistema di ricerca e salvataggio marittimo”. In merito al Decreto sicurezza, nel rapporto si sostiene che le norme “erodono gravemente i diritti umani di richiedenti asilo e migranti e avranno l’effetto di fare aumentare il numero di persone in stato di irregolarità presenti in Italia”.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

10 Dicembre 2018
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»