AREA ABBONATI - Accedi ai notiziari

DIRE politica

Legge elettorale, il Pd chiede la fiducia, Governo la autorizza. M5s-Mdp: “Fuori da democrazia”

Ettore Rosato

ROMA – Il governo, nel corso del Consiglio dei ministri, ha autorizzato la questione di fiducia da porre sulla legge elettorale.

LA RICHIESTA DI ROSATO (PD) A GENTILONI: “NO A VOTO SEGRETO”

Dopo una riunione con la maggioranza ho chiamato il premier Gentiloni per riferirgli che dalla valutazione dei gruppi che formano la maggioranza è emersa l’opportunità che si proceda con un voto di fiducia“. Lo dice il capogruppo del Pd Ettore Rosato, conversando con i giornalisti in Transatlantico.

Rosato spiega che questa è anche una valutazione che arriva anche da Forza Italia e dalla Lega nord “perchè il testo va preso così com’è e non a pezzettini” vista anche la quantità di emendamenti e soprattutto di voti segreti chiesti dall’opposizione con il rischio di affondare la legge. Poi chiarisce che “noi la chiamiamo ed è una fiducia tecnica. Il voto segreto è uno strumento regolamentare che viene usato in modo improprio su una legge elettorale”, tanto è vero che “al Senato non è previsto”. Per questo noi ricorriamo ad “un altro strumento regolamentare che è l’utilizzo della fiducia”.

Il capogruppo del Pd Rosato aggiunge poi che il presidente del consiglio “ha ascoltato” la richiesta e “assumerà le sue decisioni“. D’altra parte, dice ancora Rosato, “questa è l’ultima opportunità per avere una legge elettorale” e vogliamo evitare, a poche settimane dal voto, “qualche tranello”. La legge elettorale “è un complesso. frutto di un compromesso e va approvata senza modifiche”.

IL GOVERNO STA VALUTANDO

Il governo valuta di mettere la fiducia sulla legge elettorale. La richiesta questa mattina dopo una riunione di maggioranza. Non si tratta di una fiducia ‘politica’, spiegano fonti dell’esecutivo, ma ‘tecnica’, per escludere che il provvedimento venga bloccato dai voti segreti sugli emendamenti. L’argomento sarà oggetto di dibattito ad apertura della seduta d’aula.

M5S: FIDUCIA ATTO EVERSIVO, INTERVENGA MATTARELLA

“Fiducia su legge elettorale è atto eversivo e incostituzionale fatto da chi ha paura dei suoi. Gentiloni si opponga e Mattarella intervenga!“. Lo scrive su twitter Danilo Toninelli, deputato M5s.

CORSARO: FIDUCIA ATTO EVERSIVO, PEGGIO DEL TERRORISMO

“La fiducia su una legge elettorale (che pure avrei votato) è un atto eversivo. È molto peggio del terrorismo, perché lo compie il governo“. Lo scrive su twitter il deputato Massimo Corsaro (Misto – Direzione Italia).

CIVATI: FIDUCIA SU ROSATELLUM ATTO INDEGNO

civati

P. Civati

“La fiducia che si dice il governo porrà sul Rosatellum è una vergogna, un atto indegno. Per la seconda volta nella legislatura un governo vuole blindare una legge elettorale, vietando il dibattito in Parlamento”. Lo dichiara il deputato e segretario di Possibile, Pippo Civati. “Gentiloni con il Rosatellum- aggiunge il leader di Possibile- è pronto a fare come Renzi con l’Italicum: mettere la fiducia su una legge elettorale con evidenti profili di incostituzionalità”.

SPERANZA (MDP): FIDUCIA? OLTRE LIMITI DEMOCRAZIA

“Mettere la fiducia sulla legge elettorale a pochi giorni dallo scioglimento delle Camere è oltre i limiti della democrazia”. Lo scrive su Facebook il coordinatore nazionale di Articolo Uno – Mdp Roberto Speranza. “Qui si sta scherzando col fuoco. Una legge che toglie la sovranità ai cittadini di scegliere i propri eletti viene approvata togliendo la sovranità al Parlamento. Non voglio credere che sia vero”, conclude Speranza.

10 ottobre 2017

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»

DIRE
facebooktwitteryoutubelinkedIn instagram

DIRE.it – Documenti Informazione REsoconti dal 1988