Franzoni: “In famiglia non si parla più, a cena si guarda al tv”

Professor Franzoni, come la scienza ci suggerisce di affrontare il tema dell’obesità infantile?

C’è un problema di relazione all’interno delle famiglie, di comunicazione. Oggi non si parla all’interno delle famiglie c’è la fretta di fare le cose. Ci si ritrova solo a cena alla sera insieme e si guarda la televisione, si guarda il telegiornale, si guardano i cartoni, si guardano le partite, poi non parliamo degli iPad e dei cellulari, che sono ancora peggio. Purtroppo questa è la tendenza di oggi e i genitori non sono più in grado di esprimere la loro genitorialità, quindi devono per forza rinunciare a far crescere i figli come dovrebbe essere secondo un criterio educativo. Le strategie sarebbero quelle di cominciare a conoscere i propri figli, che diventano adolescenti senza che papà e mamma sappiano chi veramente hanno in casa: infatti oggi in adolescenza poi vedete tutti quanti tra bullismo, alcolismo, disturbi del comportamento alimentare, depressione… Purtroppo i nostri giovani non sono più sereni, ma non come una volta, perché io non sostengo che una volta si stesse meglio: purtroppo non abbiamo saputo utilizzare le nuove tecnologie e i passi avanti della scienza in modo positivo.

10 settembre 2018
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»