Vaccini, autocertificazioni prorogate fino al 10 marzo; West Nile: 12 decessi e 130 casi di encefalite

VACCINI, AUTOCERTIFICAZIONI PROROGATE FINO AL 10 MARZO
Doppio dietrofront del governo sui vaccini. Dopo aver ripristinato il divieto di accesso ad asili e materne per i piccoli non vaccinati, nelle commissioni Affari costituzionali e Bilancio della Camera è stato depositato un nuovo emendamento al decreto Milleproroghe, che fissa al 10 marzo prossimo la scadenza dei termini per presentare i documenti della Asl. In questo modo si dà forza di legge alla circolare dei ministri Grillo e Bussetti, che prorogava le autocertificazioni fino a tutto settembre, risolvendo le criticità sollevate dai presidi. Secondo i responsabili delle scuole, infatti, la legge Lorenzin, attualmente in vigore, vale più di un provvedimento amministrativo. Chi dichiara il falso nelle autocertificazioni rischia fino a due anni di reclusione.

L’ESTATE DEL WEST NILE: 12 DECESSI E 130 CASI DI ENCEFALITE
Sara’ ricordata come l’estate del West Nile. A fine agosto 2018 sono stati segnalati, dall’Istituto superiore di sanita’, 334 casi, di cui 131 in forma neuro-invasiva. 12 i decessi attribuibili al virus che, nella maggioranza dei casi, è del tutto asintomatico, ma che in Italia ha fatto registrare ben 130 casi di encefalite, con rischio di mortalità per anziani e immunodepressi. Per la prossima estate non rimane altro che approntare un monitoraggio delle zanzare e interventi preventivi larvicidi: le uniche armi per difendersi.

LUCA LI BASSI E’ IL NOME DESIGNATO PER AIFA
Milanese, medico chirurgo esperto di management sanitario e sanita’ pubblica, con una lunga attivita’ internazionale in materia di gestione e rimborsabilita’ dei farmaci, Li Bassi è il nome che il ministro della Salute Giulia Grillo porterà in Conferenza Stato–Regioni come nuovo direttore generale di Aifa. Nel suo curriculum, oltre a Pharmac, l’agenzia neozelandese per le politiche del Farmaco, anche il ruolo di responsabile delle spese di farmaci e presidi medici al Fondo Mondiale per la lotta all’Hiv, Tubercolosi e Malaria di Ginevra e attualmente alla guida, presso l’Agenzia internazionale per l’energia atomica, del gruppo di lavoro per l’implementazione della radioterapia e della medicina nucleare nei sistemi sanitari nazionali.

GRILLO LAVORA A INTESA CON REGIONI PER EFFICIENTAMENTO OSPEDALI
Con una lettera inviata a Stefano Bonaccini , presidente della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome, il ministro della Salute, Giulia Grillo, ha chiesto alle Regioni di accelerare il percorso per l’approvazione in Conferenza Stato-Regioni dell’intesa col Governo sui piani di rientro per l’efficientamento degli ospedali. Dopo la bocciatura del decreto da parte della Corte Costituzionale, su ricorso della Regione Veneto perché il decreto non passava per un’intesa” vera e propria con le Regioni, ora il ministero torna a lavorare per costruirla, nel convincimento, come ha dichiarato il Ministro Giulia Grillo, che “per prime le Regioni attribuiscono importanza a ogni misura volta a migliorare le prestazioni a disposizione dei cittadini”.

L’ISTITUTO SUPERIORE DI SANITA’AL LAVORO PER LE NUOVE LINEE GUIDA SULL’AUTISMO
Saranno redatte dall’Istituto Superiore di sanità le nuove linee guida dello spettro autistico. Le principali novita’ riguarderanno l’introduzione del tema della diagnosi e l’estensione delle raccomandazioni all’eta’ adulta. Saranno elaborate infatti, in un anno e mezzo, due distinte linee guida: una per i bambini e gli adolescenti e una per gli adulti. Per ogni Panel sono stati selezionati 14 esperti e 2 membri laici, genitori di persone con questo disturbo. All’agenzia Dire Paola Binetti, senatrice Udc, ha ribadito l’importanza di stabilire “un criterio di continuita’ nella presa in carico del soggetto autistico, che deve includere la sua autonomia, facendo riferimento piu’ che sui condizionamenti meccanici sulle motivazioni forti che lo possano aiutare”.

TEST D’INGRESSO PER MEDICINA: SOLO 1 SU 6 CE LA FARA’
Le lancette sono scattate alle 11 di martedì 4 settembre. 67.005 le persone in tutta Italia che si sono preparate ad affrontare il test d’ingresso per la facoltà di Medicina e Odontoiatria. A disposizione 9.779 posti per Medicina e 1.096 per Odontoiatria, per un totale di 10.875. Solo 1 su 6 ce la fara’: 60 domande, dalla logica alla biologia, e 100 minuti per il sogno del camice bianco. Il 18 settembre il Cineca, per conto del Miur, pubblichera’ il punteggio ottenuto dai candidati secondo il codice etichetta sul sito universitaly.it. Il 28 i candidati potranno prendere visione del proprio elaborato e finalmente il 2 ottobre sara’ pubblicata la graduatoria nazionale di merito nominativa.

10 settembre 2018
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»