Giovani

Galaxy Note 7, l’aviazione Usa lo mette al bando

galaxy note 7ROMA – Potrebbe esplodere. Con questa motivazione la Federal Aviation Administration degli Stati Uniti d’America ha messo al bando il Galaxy Note 7, invitando i possessori che salgono a bordo a non utilizzarlo, a non caricarlo in volo e a non conservarlo in un bagaglio da stiva.

Galaxy Note 7, 35 batterie esplose

Un duro colpo per l’azienda sudcoreana, che non può far altro che incassare, visto il numero dei casi accertati di esplosione della batteria: ben 35.

Il ‘batterygate’, così è stato definito, ha costretto la Samsung già una settimana fa, a richiamare ben 2,5milioni di apparecchi in tutto il mondo.

Samsung ritira 2,5 milioni di apparechhi difettosi

L’azienda corre così ai ripari per evitare che l’antagonista dell’iPhone 7, diventi per la casa madre il più grande flop della storia. Il piano d’azione è già pronto: dopo aver “identificato le giacenze difettose e bloccato le vendite e le consegne di quei prodotti” Samsung si sta apprestando a sostituire gli apparecchi difettosi con altri garantiti.

Ma se da un lato c’è chi si adopera per riparare il danno, dall’altro c’è chi gongola per i fatti accaduti. A gioire sono senza dubbio i competitor del mercato come Apple e la cinese Huawei, sul podio per numeri di vendite ma sempre al secondo e terzo posto. Che lo scandalo ìbatterygateì riesca a spodestare il primato Samsung? A breve parleranno i numeri delle vendite.

 

10 settembre 2016
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»