Mondo

Thailandia, i ragazzi sono troppo deboli: niente mondiale a Mosca

ROMA – I giovani calciatori estratti vivi dalla grotta in Thailandia sono troppo deboli e per questo non potranno accettare l’invito della Fifa ad assistere alla finale dei Mondiali in Russia di domenica prossima: lo ha fatto sapere un dirigente del ministero della Sanita’ thailandese, Thongchai Lertwilairatanapong, in conferenza stampa stamani a Chiang Rai.
Citato da diverse testate internazionali, che seguono in queste ore la conclusione delle operazioni di recupero dei giovani calciatori e del loro allenatore, il portavoce del ministero ha spiegato che le condizioni di salute dei teenager sono troppo delicate e che devono pertanto restare in ospedale.
“Guarderanno la partita in televisione” ha assicurato. I medici dell’ospedale di Chiang Rai, ha spiegato ancora il funzionario, stanno conducendo i test per verificare che i piccoli pazienti non abbiano contratto infezioni durante la permanenza cosi’ prolungata nella grotta. Due di loro presentano sintomi che fanno sospettare una polmonite. Tutti quanti indossano poi occhiali da sole, per abituarsi piu’ gradualmente alla luce, che non hanno visto per oltre 20 giorni. L’invito a volare a Mosca per assistere alla finale della Coppa del mondo era giunto venerdi’ da Gianni Infantino, il presidente della Fifa.

Thailandia, tutti salvi della grotta di Tham Luang: liberi i 12 ragazzi e il loro mister

 

10 luglio 2018
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»