Politica

Le interviste CasALavoro dell’Assemblea legislativa Emilia-Romagna, ecco Gian Luigi Molinari (Pd)

BOLOGNA – Dimostrare che il politico non è un “cittadino speciale”, o peggio ancora un alieno lontano dai problemi quotidiani. Ma “una persona normale, come le altre”. E’ questo lo spirito che anima l’iniziativa “casALavoro”, il nuovo format tv ideato e prodotto dall’ufficio stampa dell’Assemblea legislativa della Regione Emilia-Romagna, che intervista i 50 consiglieri durante il viaggio mattiniero dalla propria casa fino alla Regione.

GIAN LUIGI MOLINARI – “Confessa un’indole impulsiva che l’estate scorsa lo ha portato a inseguire e tentare di disarmare un rapinatore a Piacenza. E non è l’unico segreto che il consigliere, amante delle avventure, svela nel viaggio dalla sua amata Vernasca a Bologna…”

Le puntate precedenti:

DANIELE MARCHETTI – Durante il viaggio ci ha svelato il suo passato da baby-sitter della sorella e le origini della sua vocazione politica. E prima dell’arrivo c’è spazio anche per un importante annuncio

MARCELLA ZAPPATERRA – Dalla cannabis terapeutica alle sfide ai fornelli con il marito passando per i suoi anni da presidente della Provincia. Viaggio da Ferrara a Bologna con Marcella Zappaterra. 

IGOR TARUFFI – Dal suo passato da calciatore (e avversario di Andrea Pirlo) alla vita da pendolare dell’Appennino, passando per la sua grande passione: la musica di Francesco Guccini. Ecco il viaggio da Porretta Terme a Bologna con il consigliere di Sinistra Italiana Igor Taruffi.

ALAN FABBRI – Sindaco e bassista, mastro birraio e consigliere regionale. Da Burana (Ferrara) a Bologna, Alan Fabbri della Lega nord racconta il suo legame con il territorio, tra i ricordi del sisma e l’azienda agricola di famiglia, e di “quella volta che dissi no a Berlusconi…”.

MANUELA RONTINI – E’ di Faenza e ha quasi 40 anni, racconta di quei due esami che le restano da dare all’Università (spera ancora di farcela) e del suo impegno per la tutela dei dialetti, a partire da quello romagnolo. Renziana della primissima ora, cucinare la rilassa ed ha alcuni piatti ‘forti’ (su tutti i passatelli in brodo). E’ appassionata di Lego.

PAOLO CALVANO – Dagli esordi come giornalista intervistando “Sexy Luna” ai banchi del consiglio regionale, Calvano, 40 anni, è prima di tutto un calciatore professionista mancato. Ama giocare in mezzo al campo, e smentisce di preferire la zona destra del prato. E’ segretario regionale del Pd e quando fa spogliatoio cita Michael Jordan.

MATTEO RANCAN – E’ entrato in politica a soli 20 anni ed è stato il consigliere regionale più giovane d’Italia per la Lega Nord. Nel tragitto in macchina da Cortemaggiore a Bologna, ci racconta le sue passioni – Harry Potter, la musica e il nuoto- e il suo attaccamento al paese d’origine (comprese le rivalità con i Comuni vicini!).

NADIA ROSSI – Consigliera regionale del Pd, che nell’intervista tocca vari punti, dalla difficoltà di conciliare il lavoro politico con la crescita di due figli avuti in giovane età, fino al rapporto con Rimini e alle origini ascolane. E non risparmia alcune curiosità. 

Guarda le altre interviste:

COME FUNZIONA IL FORMAT

Proprio come nel vecchio programma di Rai3 “Milano-Roma”, di prima mattina i giornalisti dell’ufficio stampa vanno a casa del consigliere per poi accompagnarlo nel tragitto tra l’abitazione e l’ufficio, in viale Aldo Moro a Bologna. Con l’aiuto di una telecamera go-pro sul vetro anteriore, e di un operatore che sul sedile posteriore si occupa dell’audio e delle immagini di copertura, il politico viene intervistato faccia a faccia.

Abitudini, passioni e valori. Davanti alla telecamera il consigliere parla di sè e della sua storia personale, facendo emergere anche un indedito spaccato di vita privata. Un modo nuovo di raccontare attività e personalità dei consiglieri regionali. Ogni puntata dura circa otto-10 minuti e in totale gli episodi saranno 50, come 50 sono i consiglieri che siedono in Assemblea legislativa.

Le interviste saranno tutte caricate sul sito http://cronacabianca.eu

Ti potrebbe interessare anche:

10 luglio 2018
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»