Emilia Romagna

Ezio Bosso dice addio al Comunale, ma il sindaco Merola non ci sta: “A lui non rinuncio”

BOLOGNA – Con o senza Teatro comunale “io non rinuncio a Ezio Bosso”. Lo mette in chiaro il sindaco di Bologna, Virginio Merola, che commenta così l’addio del maestro alla Fondazione lirico-sinfonica.

Nei giorni scorsi, dopo il concerto per il G7 in piazza Maggiore, Bosso ha rassegnato le dimissioni da direttore principale ospite del Teatro comunale di Bologna, spiegando di non riuscire più a “sopportare fisicamente il peso di questo stress emotivo“, dovuto alle tensioni interne al teatro.

Merola però non si rassegna. E piuttosto che perdere Bosso, lascia intendere il sindaco, è disposto a mettere da parte anche lo stesso Teatro comunale.

“Con Bosso presenteremo insieme il programma di piazza Verdi- spiega il sindaco questa mattina- poi vediamo. Sicuramente non rinuncio a Ezio Bosso, al di là del Teatro comunale“. Questo significa che i concerti in piazza Verdi non saranno col Comunale ma in autonomia, anche con altri enti? “Esatto”, conferma Merola.

LEGGI ANCHE “La musica è magia. Ed è la vera terapia”, Ezio Bosso conquista l’Italia

10 giugno 2017
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»