Richiesta di arresto per il senatore Ncd Antonio Azzolini - DIRE.it

Politica

Richiesta di arresto per il senatore Ncd Antonio Azzolini

Antonio AzzolliniLa guardia di finanza di Bari ha arrestato questa mattina dieci persone, accusate a vario titolo di associazione per delinquere, in merito al crack delle case di cura Divina Provvidenza, a Bisceglie, con sedi anche a Potenza e Foggia. Tra i destinatari del provvedimento di arresto (ai domiciliari) c’è il senatore Antonio Azzollini (Ncd).

A seguito della richiesta Azzollini, dovrebbe sospendere momentaneamente la sua funzione di presidente della commissione Bilancio del Senato, almeno fino a quando la Giunta per le autorizzazioni e le immunità non avrà valutato le carte con cui la Procura di Trani ne chiede l’arresto nell’ambito dell’inchiesta sul fallimento della casa di cura Divina Provvidenza, di Bisceglie.

La pendenza di procedimento penale per un ‘crac’, viene spiegato da chi è vicino all’esponente Ap (Ncd-Udc) , rende opportuno per ora non presiedere ai lavori della commissione Bilancio che, tra le altre cose, in questi giorni è chiamata ad esprimere pareri delicato come quello sul ddl ‘Buona scuola’. A fare le veci di Azzolini sarà uno dei due vice presidenti della commissione che sono Gian Carlo Sangalli (Pd) e Barbara  Lezzi (M5s).

10 giugno 2015
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»