Conte: “Anno bellissimo? Era una battuta…”

Il premier Conte aggiunge dettagli sul def: "Approvato salvo intese, limiamo gli ultimi dettagli"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “L’espressione ‘un anno bellissimo’ era una battuta di reazione a una previsione molto pessimistica. Ma in decine di altri discorsi sull’economia abbiamo rappresentato che la nostra politica economica non puo’ essere affidata a una battuta”, dice il premier Giuseppe Conte arrivando a Bruxelles per il consiglio europeo.

Il premier Conte spiega: “Abbiamo adottato” il decreto crescita “e deliberato salvo intese. Lavoriamo agli ultimi dettagli. Nei prossimi giorni arrivera’ senz’altro”.

Per quanto riguarda le previsioni di cresita, continua il premier, “noi ci auguriamo che la crescita sia anche maggiore dello 0,2 per cento. Quella e’ una previsione che incontra la congiuntura e tanti fattori, ed anche l’interlocuzione con Bruxelles”.

“Per quanto riguarda la possibilita’ di continuare il nostro programma di riforme- continua- senza aumentare l’Iva, e’ rimessa alla spending review. Vogliamo evitare l’aumento dell’Iva e non prevediamo patrimoniali”.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

10 Aprile 2019
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»