Costume e Società

In tailleur di giorno, scatenata dj la notte. E il suo primo pezzo è già un successo

BOLOGNA – C’è chi dice che è come Batman, perché ha una vita diurna in tailleur (in ufficio) e una notturna in paillettes (alla console). Ma se glielo chiedi, Dj Fabiana ti dirà che si sente più vicina a Catwoman, “perché è femmina, forte, intrigante e seduttiva”. Fabiana fa la dj da diversi anni, mette musica scorrazzando su e giù per la Rivera romagnola – dove vive-  con incursioni in diverse città d’Italia, ma anche all’estero.  L’ultima sua esibizione fuori dallo stivale è stata un paio di settimane fa a Phuket, in Thailandia.
 
Da poco è uscito il suo primo pezzo da autrice e producer, si chiama “Caught up” e non a caso è stato scritto e prodotto a quattro mani con Steph Risole, un amico che, come lei, ha una sorta di doppia vita: è direttore dell’Hotel Chateau  Monfort di Milano e cantante. La voce nel pezzo è la sua. La traccia, in tre versioni, Club mix, Original mix e Radio edit si trova sulle piattaforme di musica come Beatport e Spotify e Itunes e mette insieme un bel po’ di house, unita a R&b e dance.
 
Pubblicata da poche settimane, è già tra quelle dell’etichetta Netswork Records più passate nelle radio che suonano musica da discoteca e fa già ballare i locali della Riviera, che scaldano i motori in vista dell’estate. 
 
Fabiana, che i locali li frequenta da sempre e ovunque, si è nutrita di dance e house e poi di techno e trance, ma è sostanzialmente un’onnivora in quanto a gusti musicali. Dopo anni in pista, a un certo punto, praticamente da adulta, l’illuminazione: “Sono io che voglio far ballare gli altri“. Ha messo insieme i soldi, comprato la console, il mixer e tutto il resto e si è messa in gioco, a partire dal locale di amici, per poi arrivare a ‘templi’ della dance come il Cocoricò. Anche se dice che le piace molto lavorare anche in luoghi più raccolti, dove “puoi guardare negli occhi la gente”.
 
Delle dj donne che stanno splendendo a livello internazionale, a partire dalle ormai famosissime Nina Kravitz o Nastia dice: “E’ un bene che finalmente le console si animino con ragazze belle e brave, questo è un ambiente che è stato dominato troppo a lungo dagli uomini“. E ai giovani che si vogliono far strada nella musica, qualsiasi musica, dice: “Credeteci, rimboccatevi le maniche e impegnatevi. I risultati verranno. D’altronde, non poteva che essere così per una il cui motto è “la passione è il motore della vita”.   
 
10 marzo 2018
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»