Kenya, la lunga corsa del giornalista Jamenya per i malati di cuore

Mondo

Kenya, la lunga corsa del giornalista Jamenya per i malati di cuore

ROMA – Una maratona di 400 chilometri per finanziare la realizzazione di un’unità di cardiologia a Vihiga, nel Kenya orientale. È la sfida del giornalista del quotidiano ‘The Star’ Joseph Jamenya, che questa settimana ha iniziato la sua “corsa del cuore” (in inglese, “JJ Heart Run”).

L’iniziativa mira a “chiedere aiuto a nome di tante persone che soffrono in silenzio”, ha spiegato il reporter durante la conferenza stampa di lancio della maratona. L’obiettivo è anche “creare consapevolezza” sui problemi cardiovascolari, che, ha detto Jamenya, “stanno diventando comuni e per i quali la cura è costosa”.

Ai colleghi il cronista ha raccontato com’è nata l’idea: “Mio padre, Laban Jamenya, non aveva mai mostrato segni di malattia. Si svegliò una mattina ed ebbe un collasso. Lo portammo di corsa in ospedale, dove fu dichiarato morto. I risultati dell’autopsia dimostrarono che soffriva di attacchi di cuore. Due mesi dopo il funerale del mio papà mia madre Miriam Khareha si è ammalata e le è stato diagnosticato un problema cardiaco. Non corro per i miei genitori, ma per i tanti che affrontano situazioni simili”.

Partito da Vihiga, il giornalista-maratoneta conta di arrivare nella capitale Nairobi a metà aprile. Ha diffuso le coordinate di un conto bancario su cui è possibile versare donazioni. Per costruire il reparto di cardiologia serviranno 60 milioni di scellini keniani, ovvero circa 480mila euro.

10 marzo 2018
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»