La Sardegna alla Bit di Milano: Fiere, eventi e lotta all’abusivismo

sardegna_mare

CAGLIARI – “Agenda digitale, fiere nei mercati-obiettivo e calendario di eventi in Sardegna, sostegno alle imprese, condivisione delle attività promozionali con gli operatori del settore e lotta all’abusivismo”. Queste le principali azioni per consolidare la crescita del turismo isolano che la Regione presenterà alla 36esima Borsa internazionale del turismo di Milano, in programma da domani a sabato.

“Si riparte dall’aumento in doppia cifra di arrivi e presenze dei vacanzieri- spiega in una nota la Regione- e si punta a rafforzare i numeri degli ultimi due anni con un’innovativa strategia di promozione e commercializzazione del prodotto Sardegna”. Dunque numeri importanti per quanto riguarda il settore turistico sardo, che si presenta a Milano forte dei riscontri positivi degli ultimi due anni. Da gennaio al 31 ottobre 2015 gli arrivi sono stati 2, 480 milioni, quasi 200.000 in più dei primi 10 mesi del 2014. Nello stesso periodo, considerata la permanenza media di cinque giorni, le presenze registrate nelle strutture ricettive sono state 12, 2 milioni, ben un milione in più rispetto agli 11, 2 milioni del 2014, con un aumento di quasi il 10%. Già nel 2014 rispetto all’anno prima la crescita era stata del 9%. Negli ultimi 24 mesi si è così recuperato quasi il 20%. Crescono poi, dopo anni di impasse, le presenze italiane nell’isola- 6, 4 milioni- mentre quelle straniere si avvicinano al 50% del totale: 5,8 milioni (+10,50% rispetto al 2014).

mare

Per quanto riguarda la provenienza, la Lombardia rimane il principale mercato in assoluto e tra le regioni (1,7 milioni presenze), segue la Sardegna (quasi un milione di presenze), il Lazio con 725.000 e il Piemonte con 550.000. Tra i mercati esteri, il bacino di flussi nettamente maggiore è sempre la Germania con 1,6 milioni di presenze (+15%). Segue la Francia con 950.000 presenze, la Svizzera che cresce del 17% e fa registrare quasi 700.000 presenze (dato notevole visto il numero di abitanti elvetici) e il Regno Unito con 470.000a presenze e una ripresa (+24%) da record rispetto all’anno scorso. Tra i Paesi extra-europei da segnalare gli Stati Uniti con 67.000 presenze, in crescita del 30%.

10 Feb 2016
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»