Salvini a Raggi: “Sicurezza? A ognuno il suo mestiere, pensi a buche e gabbiani”

"I sindaci si preoccupino di coprire le buche delle strade perchè non si possono fare i rally" per la città, evitando le le buche. Non possono essere l'esercito o i poliziotti a rattopparle", dice il ministro dell'Interno
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “Caro Sindaco Raggi il ministro lavora subito per i cittadini e la città, ma ognuno faccia il suo mestiere. I sindaci si preoccupino di coprire le buche delle strade perche’ non si possono fare i rally” per la città, evitando le le buche. Ci sono dei gabbiani” vicino ai cassonetti che sembrano “dei pterodattili“. Lo dice Matteo Salvini che si trova alla Magliana, quartiere di Roma che questa mattina è stato teatro di un agguato in strada con colpi di pistola esplosi davanti ad un asilo.

Poi ricorda che “solo per Roma” arriveranno 250 poliziotti in più”. Poi, ripete, “ognuno faccia il suo mestiere”.

LEGGI ANCHE: Roma, agguato davanti all’asilo. Sparano al complice dell’ex moglie di De Rossi

“Lavori meglio, la città merita di più”

Già questa mattina presto Salvini si era scagliato contro il sindaco di Roma: “Per quanto è nei miei poteri su sicurezza e ordine pubblico ci sto mettendo l’anima e i soldi per Roma” ma “da romano d’adozione mi aspetto di più, serve di più, si può fare di più”, aveva detto il ministro dell’Interno parlando a Rtl 102.5.

“La pulizia, la gestione dei mezzi pubblici, le strade. Non possono essere l’esercito o i poliziotti a rattoppare le buche nelle strade. Spero che trovi modo di organizzarsi e lavorare meglio perchè è una città che merita assolutamente di più rispetto a quello che ha oggi”.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

10 Gennaio 2019
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»