Toscana

A primavera parte il restauro della Cupola nella sagrestia di Santo Spirito

santo_spirito_firenzeFIRENZE – La cupola della sagrestia del complesso brunelleschiano di Santo Spirito sarà restaurata. I lavori partiranno a primavera.

Il progetto, che ammonta a circa 350.000 euro, è stato approvato nell’ultima seduta di giunta su proposta del sindaco di Firenze e assessore alla Cultura Dario Nardella.

Nella cupola, in seguito a ispezioni dei servizi tecnici e delle Belle arti, sono state rilevate fessurazioni che richiedono un restauro con messa in sicurezza della copertura e dei paramenti lapidei interni.

La cupola infatti è stata oggetto di un rilievo tridimensionale dello spazio con acquisizione laser delle immagini, in modo da avere un documento fondamentale per la conoscenza del bene.

All’interno della sagrestia, peraltro, è conservato un crocifisso ligneo giovanile di Michelangelo. Restando sul capitolo restauri, anche la porta San Giorgio sarà interessata dai lavori. L’intervento, spiegano da Palazzo Vecchio, fa parte del piano unitario di valorizzazione del circuito murario storico (attualmente già aperto il cantiere a Porta San Frediano, mancano quindi Porta Romana e Porta San Gallo) che ammonta complessivamente a 5 milioni di euro e che si completerà entro il 2019.

Il restauro in questione sanerà anche una situazione di squilibrio statico rilevato di recente, ma causato da un intervento risalente a inizio del Novecento che allargò la porta per il transito dei veicoli. Il recupero costerà 250.000 euro. Lavori in vista anche per molti monumenti minori del parco delle Cascine, dagli obelischi, ai cippi, ai leoni in pietra, fino al monumento all’Indiano: partirà nei prossimi mesi il primo lotto di un intervento di progressiva conservazione che si completerà nel 2018. Per questo lotto il Comune ha stanziato 100.000 euro.

9 dicembre 2016
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»