Usa, Trump: "Non vi deluderò. Ora al lavoro per il paese che amo" - DIRE.it

Mondo

Usa, Trump: “Non vi deluderò. Ora al lavoro per il paese che amo”

trump1ROMA – “Prometto che saro’ presidente di tutti gli americani“: lo ha detto oggi Donald Trump, appena eletto presidente degli Stati Uniti, intervenendo al quartier generale dei repubblicani al Midtown Hilton Hotel. Trump si e’ rivolto poi “ai pochi” che non lo hanno votato: “Datemi una mano a unire l’America”.

“TORNIAMO A ESSERE UN PAESE UNITO”

Entra accompagnato da fragorosi applausi e grida dei suoi sostenitori, e in sottofondo una musica dal tono epico, il nuovo Presidente degli Stati Uniti Donald Trump. Con lui anche la famiglia. Gli occhi lucidi, circondato dai suoi cari, attraversa il palco dell’Hotel Hilton di New York stringendo le mani ai suoi collaboratori e al vicepresidente Mike Pence. “Grazie” la prima parola del suo discorso, ripetuta tre volte. “Mi dispiace avervi tenuto in piedi fino a tarda ora. Ho appena ricevuto una telefonata dal Segretario Hillary Clinton, che ha espresso le sue congratulazioni nei nostri confronti e per la nostra vittoria, e mi sono congratulato per la sua grande tenacia in campagna elettorale. Hillary ha lavorato a lungo- ha sottolineato ancora- e a lei dobbiamo un debito di gratitudine grande. Ora dobbiamo cicatrizzare le divisioni e mi rivolgo a tutti gli americani: è giunto il momento di riunirci. Lancio un appello a tutti gli americani: siamo uniti”.

“VOGLIAMO ESSERE AMICI DI TUTTI E NON AVERE CONTRASTI”

“Noi abbiamo un piano economico efficace, raddoppieremo la crescita, andremo d’accordo con tutti quei Paesi che vorranno andare d’accordo con noi”. Prosegue così Donald Trump alla folla riunita a celebrare la sua vittoria.

“DOBBIAMO RICONQUISTARE I NOSTRI SOGNI E AMBIZIONI”

“Non c’è sogno che non sia abbastanza grande, non c’è sfida che non possa essere raccolta. Non c’è niente che non sia alla nostra portata. Dobbiamo riconquistare il nostro destino e essere ambiziosi, sognare il successo e cose meravigliose”. Lo dice Donald Trump dall’Hilton Hotel di New York, salutando e ringraziando i sostenitori una volta confermata la sua vittoria quale 45esimo Presidente Usa.

“IN POLITICA ESTERA NOSTRE PRIORITA’, MA SAREMO GIUSTI”

Donald Trump da New York aggiunge: “Voglio dire alla comunità internazionale che agiremo per i nostri interessi ma in maniera giusta con tutti i popoli: cercheremo intese e opportunità, partenariati, e non contrasti”. “Saremo amici di chi vuole essere nostro amico”, aggiunge Trump.

“NESSUNO RESTERA’ INDIETRO, MILIONI DI POSTI DI LAVORO”

“Nessuno restera’ indietro” e poi, ancora, “l’America tornera’ a essere il numero uno”: passaggi del discorso pronunciato oggi dal neo-eletto presidente Donald Trump, al quartier generale dei repubblicani al Midtown Hilton Hotel. “Tutti gli americani godranno dell’opportunita’ di sprigionare appieno il loro potenziale” ha detto Trump: “Nessuno restera’ indietro, nessuno sara’ dimenticato”. Di fronte alla folla di sostenitori, con accanto i membri della sua famiglia, il neo-eletto presidente ha continuato: “Costruiremo ponti, autostrade, scuole e le infrastrutture di questo Paese. L’America tornera’ a essere il numero uno. Milioni di cittadini torneranno a lavoro per ricostruire questo Paese”.

“NON VI DELUDERO’, ORA AL LAVORO PER IL PAESE CHE AMO”

“Vi prometto che non vi deluderò e che dopo due, tre, quattro o magari otto anni potrete dire che siete orgogliosi del voto espresso”: lo ha detto Donald Trump, appena eletto presidente degli Stati Uniti, intervenendo al quartier generale dei repubblicani al Midtown Hilton Hotel. “La campagna è finita e ora sta cominciando il lavoro con questo movimento” ha detto Trump in riferimento all’impegno dei suoi sostenitori: “Ci rimboccheremo le maniche per il popolo americano”. Sul palco, con accanto i familiari e il suo vice Mike Pence, il neo-eletto presidente ha concluso: “Spero sarete fieri del vostro presidente. E’ stato un viaggio meraviglioso. Io amo questo paese”.

LEGGI ANCHE:

 

9 novembre 2016
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»