Napoli. Nella scuola di frontiera festa per la Giornata mondiale della Scienza

NAPOLI – Appuntamento domani al liceo Calamandrei di Napoli per celebrare la Giornata mondiale della Scienza per la Pace e lo Sviluppo. L’incontro, organizzato da Fondazione IDIS-Città della Scienza in collaborazione con l’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare, sarà distinto da testimonianze e contributi internazionali di scienziati e ricercatori stranieri che lavorano nelle Università napoletane. Tra gli interventi quello di Basir Ahmad Asifi, Rifugiato politico afgano e dottorando Dipartimento Scienze Politiche – Seconda Università degli Studi di Napoli. Per l’edizione 2015 a Napoli si è scelta una di quelle “scuole di frontiera” che rappresentano presidi di conoscenza, di crescita civile e progresso sociale. Dal 2011 la Fondazione IDIS-Città della Scienza, in quanto “ONG in relazioni ufficiali con l’Unesco”, promuove e coordina l’iniziativa a Napoli, in collaborazione con istituzioni pubbliche, ONG e altri organismi sociali.

Ecco il programma della giornata che si articolerà dalle 11.00 alle 13.00

– Saluti istituzionali di Annamaria Palmieri, assessore all’Istruzione del Comune di Napoli, Costantina Romeo, Dirigente Scolastico Liceo Statale Piero Calamandrei, Luigi Amodio, Direttore Generale Fondazione Idis–Città della Scienza

– La Fisica delle Particelle, un linguaggio comune per i popoli di tutto il mondo a cura di Pierluigi Paolucci, Responsabile Napoli CMS experiment LHC/CERN Ginevra

– Esperienze a confronto, quelle di Mehar Al Shah – borsista pachistano, CMS experiment LHC/CERN Ginevra – e di Filip Thyssen – borsista belga, Dipartimento di Fisica-Università degli Studi di Napoli Federico II/INFN Sezione di Napoli –

– L’Italia multietnica e multiculturale: una realtà da governare a cura di Salvatore Strozza, Ordinario di Demografia, Dipartimento Scienze Politiche–Università degli Studi di Napoli Federico II

– Una testimonianza di pace e libertà con l’intervento di Basir Ahmad Asifi, Rifugiato politico afgano e dottorando Dipartimento Scienze Politiche–Seconda Università degli Studi di Napoli.

9 Novembre 2015
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»