AREA ABBONATI - Accedi ai notiziari

DIRE lazio

Fermati in Bosnia altri due sospettati per il rogo di Centocelle

ROMA – Nel corso delle prime ore della mattina a Bosanka Gradiska, localita’ a circa 40 km da Banja Luka, la polizia bosniaca ha individuato e arrestato, in esecuzione di provvedimento restrittivo emesso dall’Autorita’ Giudiziaria di Roma, Seferovic Renato e Seferovic Jonson, 2 delle persone che nello scorso maggio, nel quartiere di Centocelle a Roma, causarono il rogo della roulotte nella quale morirono 2 bambine di 4 e 8 anni e una ragazza di 20 anni.

I predetti sono stati individuati a seguito di attivita’ investigative condotte dalla Polizia di Stato Squadra Mobile di Roma che, in stretta collaborazione con lo S.C.I.P., Servizio cooperazione internazionale di polizia, ha seguito le loro tracce fino in Bosnia. Lo stesso servizio ha avviato uno scambio informativo con il collaterale servizio bosniaco al fine di addivenire alla loro cattura, richiedendo in tal senso l’accredito di personale della Squadra mobile romana presente sul posto al momento della cattura
con l’ufficiale di collegamento del competente Dipartimento della P.S.

Il provvedimento restrittivo e’ stato adottato anche per fini estradizionali e la posizione dei due fermati e’ ora al vaglio delle autorita’ bosniache. Nei giorni scorsi a Torino erano stati arrestati dalla Squadra Mobile di Roma altri due coautori dello stesso reato. Lo fa sapere in una nota la Questura di Roma.

LEGGI ANCHE:

Camper a fuoco a Roma, morte una ragazza e due bambine rom. Indagini in corso/FT E VD

09 ottobre 2017

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»

DIRE
facebooktwitteryoutubelinkedIn instagram

DIRE.it – Documenti Informazione REsoconti dal 1988