AREA ABBONATI - Accedi ai notiziari

DIRE Emilia-Romagna

Merola contro la Lega: “Salvini blocca l’Italia da Bologna? Sbaglia città”

BOLOGNA – Ieri il leader della Lega nord, Matteo Salvini, ha annunciato una “grandissima manifestazione” nazionale a Bologna per l’8 novembre, a conclusione della tre giorni di protesta “Blocca Italia” in preparazione da parte del Carroccio. Salvini “ha sbagliato città”, è la replica che arriva dal sindaco bolognese Virginio Merola, stamattina a margine di un convegno internazionale sull’architettura sostenibile. “Qui c’è una sala piena di giovani studenti e architetti che arrivano da tutto il mondo, con i quali ragioneremo su come sbloccare un’architettura sostenibile e uno sviluppo economico sostenibile. Francamente- afferma Merola- che Salvini voglia bloccare l’Italia con 30 anni che stiamo lavorando per sbloccarla e finalmente ci siamo, è un po’ patetico”. Inoltre, il leader del Carroccio “ha sbagliato città– manda a dire il primo cittadino- perchè questa è una città aperta. Poi capisco che c’è il cantierone, ma anche quello l’ha interpretato male, serve per sbloccare”.

M. Salvini

M. Salvini

Ma Merola è preoccupato per le possibili conseguenze in materia di ordine pubblico, visto che i passaggi di Salvini in altre città hanno più volte generato tensioni? “E’ un tema che affronteranno la Prefettura e la Questura”, risponde il primo cittadino, aggiungendo: “Manifestare liberamente senza disturbare e provocare danni agli altri è garantito giustamente dalla nostra Costituzione. Anche questo è un concetto che sfugge a Salvini“. Detto questo, “non è un problema del Comune”, ribadisce Merola, ma di certo “è un problema che magari si può risolvere meglio se si avvisa prima di quello che si fa e non come l’altra volta”. Un riferimento a quanto accadde lo scorso novembre, quando Salvini si presentò a Bologna per visitare il campo sinti di via Erbosa e si verificò un contatto molto ravvicinato con un gruppo di antagonisti intenzionati ad allontanarlo.

di Maurizio Papa

Giornalista

09 settembre 2015

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»

DIRE

DIRE.it – Documenti Informazione REsoconti dal 1988