Nuovo viaggio per ‘Camionisti in trattoria’, Chef Rubio: “Magari anche all’estero”

ROMA – “Un viaggio verso la cucina vera”, non da ristorante “pettinato”. Un viaggio da record quello di ‘Camionisti in trattoria‘, inevitabilmente da replicare. Il nuovo programma di Gabriele Rubini, per tutti chef Rubio, avrà un seguito. A raccontarlo lo stesso protagonista: “È andato benissimo, faremo una seconda stagione– ha spiegato Rubio all’agenzia Dire- Contro ogni pronostico delle malelingue, ha infranto record, riavvicinato il popolo a una professione semplice”.

‘Camionisti in trattoria’ è un format trasmesso da Dmax, la prima edizione si è già esaurita, eppure le repliche stanno continuando a conquistare il pubblico. Che premia l”unto e bisunto’ Rubio per la sua semplicità. Come successe per l’altro programma di successo, ‘Unti e bisunti’ appunto, ora si lavora per la seconda edizione, “in cui non sappiamo dove andremo, cercheremo di colmare le lacune delle regioni mancanti nella prima edizione”. Non è da escludere un passaggio oltre confine: “Speriamo di andare anche all’estero, lo stanno decidendo quelli della produzione. Mi piacerebbe far vedere un po’ di estero con i camion“.

Chef Rubio: “Salvini? Il problema è chi lo vota”

 

Ti potrebbe interessare:

9 luglio 2018
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»