La Fontana delle Api del Bernini torna a splendere grazie all'Olanda. E i Reali arrivano a Roma - DIRE.it

Lazio

La Fontana delle Api del Bernini torna a splendere grazie all’Olanda. E i Reali arrivano a Roma

ROMA – A quasi venti anni di distanza dall’ultimo restauro (2000), la Fontana delle Api in Piazza Barberini, piccolo gioiello scultoreo di Gian Lorenzo Bernini, viene restituita alla città grazie alla generosità di alcuni mecenati olandesi: le società Koninklijke Woudenberg e Meesters In del gruppo Janssen-de Jong e l’Associazione “Salviamo la Barcaccia”, che ha raccolto dei fondi da parte di persone private e giuridiche, il Celeanum Gymnasium di Zwolle ed il blog/piattaforma crowdfunding “Scusa Roma”.

Koninklijke Woudenberg ha anche ricevuto dei fondi da un gruppo di imprenditori di Rotterdam, interamente destinati ai due progetti di restauro (Fontana delle Api e Fontana di Viale Tiziano) – scelti insieme con la Sovrintendenza Capitolina – per Roma Capitale. I mecenati, di comune accordo, hanno deciso di finanziare e intraprendere i lavori di ripristino della Fontana delle Api e della Fontana di Viale Tiziano, come generoso gesto simbolico verso la città di Roma dopo gli atti vandalici compiuti il 19 febbraio 2015 da alcuni tifosi olandesi, in città per la partita di calcio tra Feyenoord e A.S. Roma, alla fontana della Barcaccia.

L’intervento di rispristino della Fontana delle Api, è stato realizzato dalla Koninklijke Woudenberg in collaborazione con la sua controllata Meesters In (Ameide, Olanda) – tali società sono altresì note per aver eseguito famosi lavori di restauro nei Paesi Bassi, come quelli del Rijksmuseum ad Amsterdam ed il Mauritshuis a l’Aja – e la CBC Conservazione Beni Culturali coop (Roma), una delle ditte italiane più esperte nel restauro di beni culturali, sotto la direzione scientifica della Sovrintendenza Capitolina ai Beni Cultural che ne ha curato anche il progetto.

IL RESTAURO

Dopo il trattamento biocida mirato alla rimozione di piante, muschi e alghe, si è proceduto alla pulitura delle superfici dove sono stati utilizzati, fra l’altro, bisturi, martelletti e sabbiatura di precisione per rimuovere le incrostazioni calcaree.

L’interno della conchiglia-catino ha richiesto particolare attenzione poiché l’acqua si insinuava tra le cavità del travertino e filtrava verso l’esterno, sulla scogliera.

Sono state rimosse le vecchie stuccature impermeabilizzanti, ormai ingiallite e non più efficaci, ed è stata effettuata una nuova, accurata sigillatura di tutti gli alveoli della pietra, allo scopo di impedire future infiltrazioni.

La lesione della voluta di sinistra della fontana è stata consolidata con iniezioni di resina epossidica ed è stata quindi rubricata l’iscrizione celebrativa. Su tutte le superfici è stato applicato un protettivo idrorepellente.

ARRIVANO I REALI D’OLANDA

Visita a Roma per i reali d’Olanda, che il 20 giugno arriveranno nella Capitale e si recheranno in Campidoglio per incontrare la sindaca di Roma, Virginia Raggi. A dare l’annuncio, il vicesindaco Luca Bergamo, che oggi ha inaugurato la Fontana delle Api, in piazza Barberini, restaurata grazie all’intervento di mecenati olandesi che si sono mossi dopo i danni alla Barcaccia procurati dai tifosi del Feyenoord.

“E’ una bella coincidenza che questa inaugurazione arrivi due settimane prima il viaggio dei reali a Roma, durante il quale e’ in programma anche incontro con sindaca”.

Con lui, anche l’ambasciatore olandese Joep Wijnands che ha raccontato le tappe del viaggio: “Arriveranno il 20 giugno a Roma, il 21 saranno a Palermo e poi torneranno a Roma per assistere a un concerto a Palazzo Colonna. Infine, si recheranno a Milano”.

9 giugno 2017
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»