Energia, per due giorni Napoli capitale del Gnl/VIDEO

NAPOLI – Il Gas Naturale Liquefatto e le sue potenzialità nell’immediato futuro. Di questo si discuterà, il 10 e 11 maggio, alla Mostra d’Oltremare di Napoli, nel corso della ConferenzaGNL-ExpoGnl, evento internazionale dedicato al metano liquido, al suo sviluppo e al suo utilizzo nell’area del Mediterraneo. La IV ConferenzaGNL prevede un fitto calendario di appuntamenti nel corso dei quali saranno approfonditi i temi internazionali di politica energetica, le ricadute positive dell’utilizzo del GNL, sia in termini economici che ambientali, nel trasporto ‘pesante’ marittimo e terrestre e nell’impiego nelle industrie e nei centri isolati. L’uso del GNL come combustile è una novità per il Mezzogiorno come spiega all’agenzia Dire Diego Gavagnin del Comitato scientifico ConferenzaGNL. “Stiamo parlando di un nuovo combustibile, molto più pulito dei derivati petroliferi che andrà per le navi e per i camion. Il grande vantaggio del GNL è ambientale, in futuro lo sarà anche di prezzo”.

Oggi però non si guarda tanto al prezzo ma all’indiscusso vantaggio ambientale considerato che il GNL è in grado, come ribadisce Gavagnin, “di non avere polveri sottili, non c’è il famigerato PM10, abbattiamo drasticamente fino quasi a scomparire lo zolfo, abbattiamo anche gli ossidi di azoto. Abbiamo grossi vantaggi ambientali anche nella CO2 cioè sulle politiche di cambiamento climatico”. In questo ultimo caso, rispetto al petrolio, dalla combustione del GNL ci sono emissioni inferiori del 15-20 per cento. Altro vantaggio del GNL è quello di poter essere stivato in piccoli spazi rispetto alla sua forma gassosa. La ConferenzaGNL è un’iniziativa indipendente nata nel 2012. Acquisita da Mirumir srl nel 2016, ha organizzato 3 conferenze internazionali, 1 expo e 7 workshop tematici. Nella due giorni napoletana, oltre agli esperti del settore, alcune tra le principali aziende del sistema industriale nazionale come Edison, Liquigas e Iveco. Presente anche l’Autorità di Sistema Portuale del Mar Tirreno Centrale che, attraverso il suo presidente, Pietro Spirito, ha avanzato una manifestazione di interesse per la realizzazione di un deposito costiero in grado di rifornire di GNL le navi che faranno scalo nel porto di Napoli.

di Giuseppe Pagano, giornalista

9 Maggio 2017
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»