I lavoratori della Muratella in Prefettura: "Commissariare il canile fino al voto" - DIRE.it

Lazio

I lavoratori della Muratella in Prefettura: “Commissariare il canile fino al voto”

cane_randagio

ROMA –  Stanchi della “situazione di stallo” e convinti che “non ci debbano più essere affidamenti diretti del servizio”, i lavoratori del canile della Muratella di Roma, oggi, hanno organizzato un sit in di protesta davanti alla Prefettura. “Siamo in autogestione e chiediamo alla Prefettura di intervenire con un congelamento della situazione. Chiediamo un commissariamento del servizio fino alle elezioni per mantenere i livelli occupazionali e ovviamente il servizio”, dice Simone Placido, ex lavoratore del canile più grande di Roma.

“La questione è a un punto morto- ha spiegato Placido- L’amministrazione non ha fatto seguire nessuna comunicazione ufficiale dopo che si è preso atto, anche dalla Polizia, che l’associazione che si era presentata il primo maggio su invito del Comune non era in grado di gestire la struttura, visto che aveva otto volontari che non possono gestire 600 tra cani e gatti. Il nuovo bando ci sarà ad ottobre, noi non vogliamo più affidamenti diretti. Ma intanto la situazione va congelata”.

9 maggio 2016
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»