Europee. Al sud il centrodestra punta sui big, Licia Colò in pole per il M5S

Conduttrice televisiva e scrittrice, storico volto di Alle falde del Kilimangiaro, Licia Colò è in pole per essere la capolista del Movimento 5 Stelle nella circoscrizione Sud
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

NAPOLI – Se il Pd ha già svelato le carte, attraverso l’annuncio della candidatura dell’ex procuratore Antimafia Franco Roberti come capolista al Sud, il centrodestra sembra proiettato a puntare tutto sui big nella competizione elettorale del 26 maggio. Lega e Fratelli d’Italia, infatti, hanno già annunciato che i rispettivi leader Matteo Salvini e Giorgia Meloni saranno i capilista in tutte le circoscrizioni, compresa quella meridionale.

Da Forza Italia si attende solo l’ufficialità di Silvio Berlusconi, che dovrebbe capeggiare in quattro circoscrizioni su cinque, compresa quella meridionale, lasciando il Centro al presidente del parlamento europeo, Antonio Tajani.

Resta ancora un’incognita, invece, la scelta in casa Movimento 5 Stelle. Dopo aver selezionato gli aspirati europarlamentari tramite il voto degli iscritti su Rousseau, Luigi Di Maio ha svelato altri dettagli sulla scelta dei candidati, o meglio candidate, come capolista nelle cinque circoscrizioni.

“Io ho da nominare i capilista e la mia intenzione è sceglierli tra le eccellenze della scienza, dell’università e dell’imprenditoria. Dopo il dibattito sulla donna ai fornelli che non si deve emancipare, ho deciso che i capilista alle europee saranno 5 donne”, ha annunciato il capo politico 5 Stelle intervistato domenica sera a Che tempo che fa.

Per la circoscrizione meridionale, il nome che circola con insistenza negli ambienti grillini, e che si fa sempre più insistente, è quello della conduttrice televisiva e scrittrice Licia Colò, storico volto di Alle falde del Kilimangiaro, tornata in tv quest’anno alla conduzione di Niagara, un altro programma sulla natura, l’ambiente e gli animali. Veneta d’origine, il volto Rai vive a Roma insieme al marito Alessandro Antonino, artista di Napoli, e ‘partenopei’ sono anche alcuni degli animali che ha nella sua casa-fattoria, dalla capretta ‘Capri’ al cane ‘Pocho’, una dedica al calciatore ex Napoli, Ezequiel Lavezzi.

Tra l’alto, proprio a Napoli, Licia Colò ha tenuto il suo primo intervento su un palco con i simboli del Movimento 5 Stelle, in occasione del City Lab di Rousseau che si è svolto a dicembre davanti al Maschio Angioino. Con lei, sul palco, anche il ministro dell’Ambiente, Sergio Costa, l’unico esponente napoletano del governo giallo-verde oltre a Luigi Di Maio.

Resta da chiarire se il nome di Licia Colò e quello degli altri papabili capilista dovrà passare al vaglio degli iscritti su Rousseau, in una sfida a due tra il nome indicato dal vicepremier 5 Stelle e il primo degli eletti alle europarlamentarie. In questo caso, Licia Colò dovrebbe vedersela al Sud con l’eurodeputata uscente Laura Ferrara, avvocato 36enne di Napoli, forte dei 2975 click raccolti nella fase due delle selezioni su Rousseau.

 

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

9 Aprile 2019
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»