AREA ABBONATI - Accedi ai notiziari

DIRE sardegna

Verso la zona franca, fronte comune tra Sardegna e Corsica

zona francaLa Zona franca ed un piano strategico comune tra Sardegna e Corsica, per superare il gap dell’insularità e competere con uguali opportunità in Europa e nel Mondo: sono queste le principali proposte emerse nel corso della conferenza stampa che i capigruppo di maggioranza (Efisio Arbau di Sardegna Vera, Daniele Cocco di Sel, Roberto Desini di Centro Democratico) e dell’opposizione (Modesto Fenu di Sardegna, Attilio Dedoni dei Riformatori, Gianluigi Rubiu di Area popolare sarda e Alessandra Zedda di Forza Italia), hanno tenuto questa mattina in Consiglio, a conclusione della due giorni di incontri con la delegazione Corsa (Gianfelice Acquaviva dell’Associazione dei comuni montani e Diunisu Luciani, docente dell’Università di Corte). Un primo passo- così hanno affermato i partecipanti- in vista di una serie di iniziative congiunte in materia non solo di fiscalità ma anche di trasporti, turismo, agricoltura, ambiente, cultura e politiche dell’identità.

“La Sardegna e la Corsica- afferma il professor Luciani- sono due nazioni senza Stato, divise solo a partire dal XIX secolo, che devono ritornare ad essere un’entità dell’Europa del futuro”. Il capogruppo dei Riformatori, Dedoni, ha quindi rilanciato il tema della “macroregione europea” come momento istituzionale per riaffermare la centralità di Sardegna e Corsica nelle politiche euro-mediterranee. Una riunione congiunta del Consiglio regionale e dell’assemblea corsa, è stata invece la proposta di Arbau (Sardegna Vera) che insieme con la vice capigruppo di Forza Italia, Alessandra Zedda, sullo specifico tema della zona franca, ha ribadito l’urgenza di procedere con la perimetrazione delle aree franche doganali, in applicazione del Decreto legislativo 7598.

Fenu (Sardegna) ha definito la zona franca “la battaglia che unisce Sardegna e Corsica” ed “un patrimonio comune a tutte le forze politiche sarde” per realizzare “una fiscalità di compensazione” che consenta il superamento dell’insularità che penalizza l’economia delle due isole. Cocco (Sel), Rubiu (Aps) e Desini (Cd) hanno auspicato forme di proficua cooperazione tra le due assemblee regionali ed hanno salutato con favore l’avvio di un nuovo confronto e di una rinnovata volontà di collaborazione.

Fenu ha quindi precisato che l’incontro con la delegazione corsa è solo il primo di una serie (il prossimo sarà con i rappresentanti delle isole Canarie) ed è in linea con il recente pronunciamento del Consiglio regionale per la costituzione di una commissione di lavoro proprio sul tema della Zona Franca. Commissione che potrebbe essere insediata entro il prossimo maggio.

09 aprile 2015

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»

DIRE

DIRE.it – Documenti Informazione REsoconti dal 1988