Alleanza con il M5s? Calenda: "Loro vogliono far chiudere l'Ilva, io fare arrivare 3,5 miliardi di euro"

Politica

Alleanza con il M5s? Calenda: “Loro vogliono far chiudere l’Ilva, io fare arrivare 3,5 miliardi di euro”

ROMA – “Quando formeranno il Governo potranno agevolmente chiuderla, trovare i soldi per bonificarla, trovare lavoro per 20.000 operai. Finché sono qui proverò a far arrivare questi 3,5 mld di investimenti ambientali e produttivi. E poi si parla di alleanze con 5S!”. Carlo Calenda, ministro dello Sviluppo economico, lo scrive su Twitter rispondendo a chi gli fa notare che alcuni neoeletti M5S di Taranto “propendono per la chiusura dell’Ilva in quanto la produzione di acciaio in Italia non sarebbe ‘strategica’ in quanto non conveniente”.

LA FEDERAZIONE DI ROMA DEL PD RIAPRE LE ISCRIZIONI, ANCHE PER CALENDA

Lunedi’ 12 marzo il partito Democratico di Roma riapre le iscrizioni per rispondere “alla grande richiesta” di adesioni in queste ore. Potra’ iscriversi cosi’ anche il ministro Carlo Calenda che nei giorni scorsi aveva potuto sottoscrivere solo una preiscrizione, essendo il tesseramento chiuso. La riapertura del tesseramento e’ relati va all’anno 2017. Per il 2018 bisognera’ aspettare l’estate. Sui social ironie e qualche protesta degli iscritti che fanno notare come non sia stato approvato alcun regolamento per questa proroga del tesseramento. Un’iniziativa che in molti vedono come ‘ad personam’ e cioe’ studiata ad hoc per il ministro Calenda. Senza l’iscrizione Calenda non potrebbe partecipare alle votazioni interne al partito, ne’ correre da segretario. La preiscrizione, infatti, e’ un atto simbolico. “Ieri ho lavorato su Ilva e Piombino non ho parlato con alcun padre nobile del Pd. Detto piu’ volte considererei poco serio fare il segretario di un partito di cui ho preso 3 giorni fa la tessera! Oggi alle 18 vado a presentarmi al mio circolo“. Carlo Calenda, ministro dello Sviluppo economico, lo annuncia su Twitter. “Tesserati Alessandro- dice a un utente in un altro tweet- È il momento giusto. Diamo un segnale di riscossa collettiva. Conta molto di più del nome del prossimo segretario in questo momento”.  
9 marzo 2018
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»