Umbria

Trasporti. Firmato contratto di servizio 2016/2019 fra Regione e Busitalia

treniPERUGIA – “Con la firma di oggi, per i servizi ferroviari sull’infrastruttura regionale ex Fcu, si chiude il cerchio per la gestione del trasporto pubblico su ferro in Umbria: con il contratto di servizio con Trenitalia fino al 2020, l’accordo quadro con Rfi sulle tracce e ora il contratto di servizio con Busitalia che avrà validità fino a tutto il 2019 garantiamo e miglioriamo la qualità del servizio ferroviario, con l’impegno a lavorare insieme per gli obiettivi del Piano regionale dei trasporti”. Lo ha detto l’assessore regionale ai Trasporti, Giuseppe Chianella, illustrando i contenuti del contratto di servizio per il trasporto pubblico ferroviario di interesse regionale e locale sottoscritto oggi, a Palazzo Donini, fra la Regione Umbria e Busitalia Sita Nord srl, rappresentata dall’amministratore delegato Stefano Rossi, per il periodo 205-2019 per circa 1,2 milioni di treni/chilometri e un valore economico di circa 7 milioni di euro all’anno.

   “C’è un forte impegno della Regione per la valorizzazione complessiva della Fcu – ha sottolineato l’assessore – con la positiva novità dell’apertura del rapporto con Rete Ferroviaria Italiana. In occasione della sua recente visita a Terni, anche il ministro delle Infrastrutture e Trasporti Graziano Delrio ha ‘certificato’ la possibilità di una concessione triennale per la rete infrastrutturale regionale. Nell’accordo con Rfi, la prima questione che porremo saranno i lavori sulla tratta Umbertide-Città di Castello”.

   L’assessore Chianella ha tracciato anche un quadro dello stato dell’arte di lavori e gare per l’infrastruttura ferroviaria regionale: “Per giovedì 18 febbraio – ha detto – è prevista la chiusura dei lavori sulla galleria di Poggio Azzuano e, dopo i tempi tecnici di collaudo, potrà riaprire la tratta Massa Martana-Terni su cui adesso i collegamenti sono garantiti da autobus sostitutivi. Alle fasi finali l’attuazione della gara per il raddoppio della tratta fra Perugia Ponte San Giovanni e Perugia Sant’Anna, per un importo di circa 20 milioni di euro, con la commissione che sta completando l’esame delle proposte presentate da una trentina di imprese; la conclusione – ha aggiunto – è prevista in questa settimana, con la cantierizzazione presumibilmente a settembre”.

   “La firma di oggi è particolarmente importante, tanto più che cade in una fase caratterizzata ancora da incertezze normative e carenza di risorse – ha sottolineato l’amministratore delegato di Busitalia, Stefano Rossi – Si consolida quel ‘laboratorio’ umbro che deriva dal fatto che il servizio di trasporto è di fatto in mano a un unico gestore, poiché Trenitalia e Busitalia fanno entrambi capo al gruppo Fs italiane”.

9 febbraio 2016
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»