Caccia, Pan: "Piano tra un anno e senza altre consulenze" - DIRE.it

Veneto

Caccia, Pan: “Piano tra un anno e senza altre consulenze”

caccia

VENEZIA – “L’approvazione della proroga all’attuale piano faunistico-venatorio è da intendersi come un’impegno rispetto alla presentazione di un nuovo piano”. Lo precisa, rispondendo a una domanda della ‘Dire’ l’assessore all’agricoltura, caccia e pesca della Regione Veneto, Giuseppe Pan, che esclude anche che possa essere ripreso in considerazione il piano studiato negli scorsi anni e approvato dalla scorsa Giunta, per cui erano stati spesi 183 mila euro in consulenze.

Una cifra contestata ieri dal Pd in sede di approvazione della proroga al piano fino al febbraio 2017. Pan ha spiegato che “non sarà necessario spendere nuovi fondi in consulenze perché gli studi finora effettuati sono più che sufficienti a prendere decisioni in tranquillità” e che “il nuovo piano sarà costruito prendendo il buono dal piano attuale e da quello proposto, con lo scopo di mediare e mettere d’accordo le categorie, ascoltando sia la voce dei cacciatori che quella degli ambientalisti”. Il nuovo piano verrà quindi sviluppato nel corso del prossimo anno e dovrà essere pronto in ogni caso prima del 9 febbraio 2017, data in cui l’attuale piano cesserà di essere valido.

di Fabrizio Tommasini, giornalista

9 febbraio 2016
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»