Afferra l’autista per il collo e tenta la fuga col bus: paura su mezzo Atac

E' successo sulla linea N2: il giovane, un romano di 21 anni molto alterato, pretendeva di essere portato sotto casa del padre
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Paura questa mattina all’alba sulla linea Atac N2. I Carabinieri del Nucleo Radiomobile di Roma hanno arrestato un ragazzo romano di 21 anni con le accuse di violenza a incaricato di pubblico servizio, violenza privata, tentata rapina e interruzione di pubblico servizio.

Verso le 5, il ragazzo dopo essere salito sul bus N2 a Rebibbia, in evidente stato di alterazione probabilmente per aver preso stupefacenti, ha prima infastidito alcuni passeggeri e poi ha aggredito l’autista nel tentativo di farsi portare sotto casa del padre, in zona Policlinico.

L’autista, che intanto aveva allertato il 112, arrivato con il bus in via Valco San Paolo, all’incrocio con viale Marconi, è stato aggredito fisicamente. Il giovane dopo aver scavalcato le barriere di protezione, ha letteralmente afferrato l’autista al collo. L’uomo riuscito a liberarsi dalla presa, ha aperto la porta lato guida ed è scappato fuori.

Al loro arrivo i Carabinieri hanno trovato il 21enne al posto di guida mentre tentava di far partire il mezzo pubblico, ma senza successo, grazie ad un sistema di protezione che non consente la partenza con le porte aperte. Non contento, il ragazzo ha tentato di aggredire anche i Carabinieri, ma è stato bloccato, arrestato e portato in caserma in attesa di essere giudicato con rito direttissimo.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

9 Gennaio 2019
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»