50 anni di Sturmtruppen, tra inediti e vita di Bonvi

A Bologna fino al 7 aprile la mostra "Sturmtruppen 50 anni" per celebrare uno degli eserciti più conosciuti tra gli appassionati di fumetti

BOLOGNA – Una mostra per celebrare i 50 anni di uno degli eserciti più conosciuti tra gli appassionati di fumetti. Sono gli sgangherati ‘soldaten’ di Sturmtruppen, nati dal genio irriverente di Bonvi, al secolo Franco Bonvicini, che sono esposti a Bologna a Palazzo Fava dal 7 dicembre al 7 aprile, nella mostra denominata, appunto, “Sturmtruppen 50 anni“, presentata nei giorni scorsi a in conferenza stampa. Un percorso espositivo di oltre 250 opere, in gran parte inedite, tutte provenienti dall’archivio Bonvicini e curate appunto dalla figlia Sofia e di Claudio Varetto.

Promossa da Genus Bononiae, Musei nella città e Fondazione Carisbo, in collaborazione con gli eredi Bonvicini, la mostra intende esplorare non solo le celebri truppe militari, dal ‘sergenten‘ al ‘capitanen‘, simboli tragicomici della stupidità della guerra, dalla ‘striscia numero uno‘ ai numerosi inediti, ma anche tutto l’excursus artistico e personale di Bonvi. C’è infatti la ricostruzione dello studio nella vicina via Rizzoli; ci sono le tavole di Cattivik e Nick Carter, la graphic novel ante litteram “L’uomo di Tsushima”, sulla guerra tra Russia e Giappone; i ricordi dei tempi passati insieme a Vasco Rossi, Ciccio Ingrassia o Guido De Maria, fino all’elezione a sorpresa come consigliere comunale a Bologna nelle file del Pci, carica ricoperta dal 1985 al 1987.

Ma a “Sturmtruppen 50 anni” c’è spazio anche per l’inedita serie di tavole sull’incarcerazione di un anarchico, la locandina del film, appunto, “Sturmtruppen” del 1976 con Renato Pozzetto, perfino una parodia erotica ‘vietata ai minori’ pubblicata su Playboy e alcune opere pittoriche. Insomma, una mostra per restituire il processo creativo di Bonvi non solo come fumettista o ‘papà’ dei celebri soldati che parlano in ‘tedeschese’, ma artista “multi layer”, come lo definisce la figlia Sofia, capace di muoversi su più livelli di interpretazione, dalla satira alla denuncia sociale.

Nel weekend i ‘soldaten’ in giro per Bologna

Un esercito di ‘soldaten’ invaderà le strade di Bologna oggi e domani, quando passeggiando per il centro della città si potranno fare strani incontri in perfetto stile Sturmtruppen. Dal fiero ‘alleaten‘ Galeazzo Musolesi al Doktoren, passando per il Cuoken e il Sergenten, i performer di “Gotica Romagna” sabato e domenica sfileranno per le vie del centro, a partire dalle 11 di mattina. Il motivo non è solo quello di omaggiare la carriera artistica di Franco Bonvicini, fumettista italiano conosciuto con il nome di ‘Bonvi’ che ha realizzato il fumetto satirico che raccontava le vicende della seconda guerra mondiale dal punto di vista delle truppe tedesche al fronte, ma anche quello di pubblicizzare la mostra dedicata al fumetto inaugurata l’altro ieri sotto le Due Torri.

 “Gotica Romagna” è un’associazione di collezionisti di reperti, divise originali e testimonianze della Seconda Guerra Mondiale che già collaborano per molti set cinematografici. Le ‘sgangherate truppe’ saranno a disposizione dei passanti per un selfie e daranno la possibilità di vincere biglietti omaggio alla mostra e gadget.

Leggi anche:

8 Dic 2018
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»