Conte: Tragedia inaccettabile, andrò sul posto. Salvini: Troveremo i responsabili

Conte andrà presto a Corinaldo e dice: "Ora è il momento del cordoglio, ma pretenderemo risposte certe"

ROMA – “Quello che doveva essere un incontro gioioso, un concerto, si è trasformato in tragedia, una tragedia inaccettabile. Quanto accaduto nella discoteca di Corinaldo, nelle Marche, sta suscitando un grande dolore in tutta la comunità. Sono sei le vittime già accertate, di cui cinque giovanissime. Il mio pensiero commosso non può che andare a queste vite spezzate e ai loro familiari. Seguo con grande apprensione anche l’evoluzione delle condizioni di salute, alcune molto critiche, delle tante persone ricoverate nelle strutture sanitarie e sto per recarmi sul posto, per verificare di persona quello che è accaduto“. Lo scrive su Facebook il presidente del Consiglio Giuseppe Conte.

LEGGI ANCHE: Ancona, un testimone: “Panico da spray al peperoncino”

“Ora è il momento dei soccorsi e del cordoglio, ma è chiaro che sono numerose le domande in ordine alla responsabilità di questa tragedia, al rispetto delle norme di sicurezza, che dovranno trovare una risposta chiara, celere e univoca. Lo pretendiamo”. Lo scrive su Facebook il presidente del Consiglio Giuseppe Conte.

SALVINI: IN PIAZZA OGGI MINUTO SILENZIO, TROVEREMO RESPONSABILI

“Non si può morire così a quindici anni, un pensiero e una preghiera per i sei morti di stanotte nelle Marche, e una speranza per i tredici feriti gravi ancora ricoverati. E un impegno: trovare i responsabili di queste sei vite spezzate, chi per cattiveria, stupidità o avidità ha trasformato una serata di festa in una tragedia. Oggi alle 11 in Piazza del Popolo un minuto di silenzio per ricordare questi ragazzi”. Lo dice il ministro dell’Interno Matteo Salvini.

DI MAIO: MORTI ASSURDE, FAREMO MASSIMA CHIAREZZA SU DINAMICA

“È assurdo morire così. Come governo faremo massima chiarezza sulla dinamica della vicenda (se sono state rispettate tutte le norme di sicurezza) e individueremo i responsabili. Un abbraccio e un pensiero alle famiglie delle vittime e a tutti i feriti”. Lo scrive su Facebook il vicepremier Luigi Di Maio.

FICO: TRAGEDIA CHE NON DOVEVA ACCADERE

“Il mio cordoglio per le vite spezzate nella drammatica tragedia di Ancona. Una tragedia che non doveva accadere. Un pensiero a tutti i feriti, con un sincero augurio di pronta guarigione”. Cosi’ il presidente della Camera Roberto Fico su twitter.

MATTARELLA: NON SI PUO’ MORIRE COSI’, FARE PIENA LUCE

“È una tragedia che lascia impietriti. Il pensiero di tutti è di vicinanza e solidarietà alle famiglie delle giovanissime vittime, al loro dolore lacerante, e alle condizioni dei tanti feriti con l’augurio di pronta guarigione. Si dovrà fare piena luce sull’accaduto, accertando eventuali responsabilità e negligenze. I cittadini hanno diritto alla sicurezza ovunque, nei luoghi di lavoro come in quelli di svago. La sicurezza deve essere assicurata con particolare impegno nei luoghi di incontro affollati, attraverso rigorose verifiche e controlli. Non si può morire così”. Cosi’ il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, in riferimento al gravissimo incidente in una discoteca in provincia di Ancona.

Leggi anche:

8 Dicembre 2018
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»