Politica

Brexit, c’è l’accordo. Gentiloni: “Positivo, fatti progressi. Ora si può passare a fase successiva”

ROMA – Su Brexit l’accordo è “positivo”. Questo il commento del premier Paolo Gentiloni sull’accordo raggiunto, all’alba di oggi,  tra la premier bitannica Theresa May e il presidente della Commissione Ue Jean-Claude Juncker, che ha parlato di un “accordo equo raggiunto con la Gran Bretagna”.

“Sono certo che il Consiglio europea sarà rilanciato. L’Italia non è mai stata per il ‘no deal'”, dice ancora Gentiloni, parlando al convegno ‘L’Idea democratica e l’avvenire dell’Europa’, organizzato da Francesco Rutelli. Sono stati raggiunti “progressi sufficienti”, sottolinea.

“I negoziatori europei hanno registrato progressi sufficienti sulle tre materiequestione irlandese, le somme dovute al bilancio Ue e i cittadini europei nel Regno unito– che consentono di passare alla fase successiva“, sottolinea Gentiloni. “La fase successiva stabilirà probabilmente una fase transitoria di un paio d’anni e poi si comincerà a discutere dei rapporti del Regno Unito come paese terzo e l’Unione europea”, aggiunge.

8 dicembre 2017
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»