Anna Falchi: "Sono stata molestata anche io, da nomi importanti" - DIRE.it

Articoli

Anna Falchi: “Sono stata molestata anche io, da nomi importanti”

ROMA – Il coro delle attrici e soubrette che hanno subito molestie sessuali sul luogo di lavoro si arricchisce di una nuova voce. E’ quella della giunonica Anna Falchi, intervenuta su Radio Cusano Campus, l’emittente dell’Università degli Studi Niccolò Cusano.

Sugli scandali che sono esplosi di recente nel mondo del cinema e dello spettacolo Falchi ha dichiarato: “Ogni giorno se ne sente una, non se ne può più, detto tra noi. Io posso dire che questo tipo di sistema è sempre esistito. Ognuna di noi donne dello spettacolo, a meno che tu non sia un cesso incredibile, ha subito delle avance a volte molto imbarazzanti”.

Leggi anche Monica Bellucci difende Tornatore: “Con lui rapporto di amicizia e stima”

“Spesso- prosegue l’attrice- con la scusa dei provini il regista o il produttore qualcosa in più lo fa. Poi sta a te se accettare a meno. Consiglio a tutte le ragazze di non andare a fare gli appuntamenti nelle case o nelle stanze d’albergo dei registi. Altrimenti ti metti nelle condizioni di poter subire delle molestie un po’ più infime. C’è da dire che le ragazze giovani possono essere un po’ succubi di certe figure e subire il potere delle persone. E certi uomini ne hanno approfittato. Da lì a parlare di stupro però bisogna pesare le parole. Le donne subiscono dalla mattina alla sera pressioni sessuali. In tutti i settori. Magari nel mondo dello spettacolo ci sono più occasioni, ma in ogni campo lavorativo la donna subisce questo”.

Anche Anna Falchi è stata molestata

Anna Falchi ha inoltre dichiarato di essere stata anche lei vittima di molestie “anche da nomi altisonanti, ma è inutile sparare a zero. Le testate giornalistiche se ne guardano bene dal mettere certi nomi, hanno paura degli effetti collaterali. Quest’anno i giudici di pace avranno un sacco da fare, è difficile affrontare un argomento del genere, la mia parola contro la tua. Servirebbe una legge ad hoc, aveva iniziato a farla Mara Carfagna, una donna politica che si vede poco ma che rifarei emergere, spetta alle donne proteggere le donne”.

Leggi anche Weinstein ingaggiò ex spie del Mossad per non essere denunciato

 

8 novembre 2017
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»