Emilia Romagna

Ragazzi cacciati dalla piazza di Salvini: “Ci hanno preso a pugni”

Un parapiglia è scoppiato in piazza Maggiore durante la manifestazione della Lega nord a Bologna, mentre sul palco parlava Silvio Berlusconi. Una decina di ragazzi, dal centro della piazza, sono stati strattonati e cacciati in malo modo dai militanti del Carroccio e dal servizio d’ordine della manifestazione. “Ci hanno preso a pugni in faccia”, riferiscono i ragazzi (uno ha la maglia strappata), che giurano di essere studenti, non aderenti a nessun centro sociale né simpatizzanti della Lega, in piazza “solo per ascoltare. Non abbiamo fatto niente. Stavano strattonando un ragazzo, ci siamo messi in mezzo e ci hanno picchiato”. Diversa la versione dei leghisti: “Sono dei centri sociali- afferma sicuro uno degli attivisti che formano il servizio d’ordine- avevano la bandiera della pace nascosta nella giacca. Continuavano a sfottere, poi la gente si arrabbia”.

8 novembre 2015
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»