Minori, Garante Basilicata: “Ostinazione Albano impone posizioni critiche”

ROMA – “Nell’ultima conferenza dei garanti di settembre mi ero mosso per essere un po’ il tramite e fare in modo che la garante Albano potesse venire incontro alle esigenze di corresponsabilizzazione che i garanti regionali avevano chiesto all’interno del progetto Fami”. Così alla Dire il Garante dell’Infanzia e dell’Adolescenza della Regione Basilicata, Vincenzo Giuliano, sulla lettera sottoscritta insieme ad altri 15 garanti locali e inviata al vicepremier Matteo Salvini in cui si lamenta l’estromissione da parte della garante nazionale Filomena Albano dal progetto di monitoraggio dei minori stranieri contenuto nel Fami 2014 – 2020.  “Io – chiarisce Giuliano – addirittura nell’ultimo confronto portai una relazione con 10 punti in cui venivano dettagliati i problemi dell’esclusione dei territori da quel progetto. Purtroppo – conclude – Albano si è ostinata ad andare avanti nonostante le nostre sollecitazioni e per questo siamo stati costretti a prendere una posizione così critica”.

Leggi anche:

Ti potrebbe interessare:

8 ottobre 2018
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»