Barracciu: Pigliaru valuti il rimpasto della Giunta, lo può fare VIDEO

RIMINI – “Deve essere il presidente della Regione Francesco Pigliaru, prima di tutto, a valutare la necessità di un rimpasto di Giunta”. Una mossa “che si può fare senza problemi”. Così, rispondendo a una domanda della ‘Dire’ a margine dell’apertura della fiera del turismo Ttg a Rimini, il sottosegretario al Turismo Francesca Barracciu. Il sottosegretario manda poi un suggerimento a viale Trento: in vista della complessiva riforma “che Pigliaru ha deciso di portare avanti, riducendo anche il numero di assessori”, sarebbe importante “riunire Turismo e Cultura. È un appello che faccio, perché sarebbe importante per la Sardegna”. Per inciso la titolare della cultura, Claudia Firino, era già entrata nel toto assessori da avvicendare prima dell’estate. Dichiarazioni di peso, quelle dell’esponente più alto in grado nel governo del Pd sardo, già in passato vicina alla corsa per la presidenza della Regione, fermata dall’inchiesta della magistratura sulle spese dei consiglieri regionali. E che in qualche modo riportano nell’agenda politica isolana il tema di un riassetto posto con forza prima dell’estate da Renato Soru, che poi siglò una sorta di tregua estiva col presidente Pigliaru, in vista di una nuova verifica dello stato dell’arte fissata proprio per quest’autunno.

Barracciu comunque, pesa le parole e mostra di apprezzare l’operato del governatore. Fino a oggi- riconosce- il presidente e la sua Giunta “hanno fatto un lavoro silenzioso, ma anche molto serrato per affrontare delle lacune, dei buchi, lasciati dal centrodestra di Cappellacci”. Un lavoro che finora “non si vede, ma che darà i suoi frutti”. Poi, “se ci sono alcuni assessori, alcuni settori che necessitano di un rimpasto- torna a sottolineare il sottosegretario- io penso si possa fare senza problemi”.

8 Ott 2015
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»