AREA ABBONATI - Accedi ai notiziari

DIRE lazio

Giubileo, Alfonsi: pedonalizziamo piazza Sant’Agostino e diciamo no ai bus turistici in centro

Pedonalizzazioni totali a piazza Sant’Agostino, larghi marciapiedi e meno auto in sosta a piazza della Cancelleria, di Santi Apostoli e a piazza Campitelli. E poi una stretta sulle guide abusive e i vendi biglietti al Colosseo e ai musei Vaticani, per contrastare i quali si pensa ad un biglietto nominativo. Infine un netto “no” ai bus turistici in centro e alla proposta di approvare un ticket da 1.000 euro per farli entrare, così come annunciato dall’assessore alla Mobilità di Roma Capitae, Stefano Esposito. E’ una Sabrina Alfonsi a 360 gradi quella intervistata quest’oggi dall’agenzia stampa Dire sul tema del Giubileo.

Il primo Municipio, ovviamente, sarà quello più interessato agli interventi di manutenzione in vista dell’anno santo. Ma oltre alle opere già annunciate dal Campidoglio, come la risistemazione dei lungotevere, di piazza Venezia o di via Nazionale, ci sono una serie di interventi minori, ma forse altrettanto importanti, messi in cantiere dal I Municipio.

“Stiamo lavorando in grande collaborazione con l’ufficio dell’assessore Pucci ed è in piedi un tavolo con il Vicariato- ha spiegato la presidente- In questo ambito abbiamo deciso di cogliere l’opportunità del Giubileo per riqualificare piccole e grandi piazzette dove ci sono chiese importanti o altre opere d’arte. Una di queste sarà piazza Sant’Agostino dove, oltre alla chiesa, che contiene un importante opera di Caravaggio, c’è la biblioteca Angelica. Oggi la piazza è totalmente sommersa di auto: sarà pedonalizzata completamente, con i parapedonali lungo la via, e sarà cambiato il senso di marcia in quella zona”.

 “Questo intervento- ha aggiunto Alfonsi- riqualificherà totalmente la ‘Via del Caravaggio’ che dovremmo far conoscere meglio. Ma ci sono anche altri interventi di pedonalizzazione previsti per il Giubileo, come piazza Santi Apostoli, piazza Campitelli e piazza della Cancelleria, che avranno un’aspetto simile a via del Babuino, con grandi marciapiedi pedonali e meno parcheggi. Così si potranno ammirare meglio anche i palazzi di queste piazze, come palazzo Odescalchi, oggi oscurati dalle auto in sosta”.

Alfonsi ha poi parlato del tema del caos guide davanti ai monumenti più importanti della città. “Il Giubileo crea l’occasione per sistemare questo problema- ha spiegato- Abbiamo proposto, tra le varie cose, biglietti on line nominativi in modo da togliere direttamente il terreno sotto ai piedi di un commercio che non deve esistere più. La proposta è sul tavolo del Vaticano e dei Beni culturali. Ma fin da quando ci siamo insediati abbiamo monitorato costantemente quello che è il lavoro delle finte guide turistiche o dei salta fila, ovvero procacciatori che fanno un lavoro irregolare e abusivo e assaltano i turisti alle uscite delle metropolitane vendendo, a prezzi maggiorati, biglietti per saltare le file anche se queste file spesso sono costruite proprio in funzione di questo commercio. Abbiamo fatto un grande lavoro di monitoraggio con la Guardia di Finanza, che sta svolgendo indagini. Ma i cittadini hanno chiesto a gran voce un intervento al tavolo con il prefetto, che si è preso l’impegno personalmente. E per questo noi abbiamo lanciato l’idea dei biglietti nominativi on line”.

“Sono felice del piano organizzato dall’assessore capitolino alla Mobilità, Stefano Esposito- ha concluso Alfonsi parlando anche del tema delle centinaia di bus turistici che ogni giorno invadono Roma- noi però non siamo d’accordo sui mille euro di ticket per i bus turistici. Pensiamo che non scoraggino l’arrivo in centro. Inoltre questa cosa verrebbe letta da chi abita in questi quadranti come una mercificazione della salute dei cittadini”.

“Noi- ha concluso il presidente- da due anni diciamo che la mobilità del centro storico deve essere più sostenibile e riteniamo che attorno a San Pietro siamo già oggi, nella normalità e in ogni mercoledì di udienza, al collasso. E’ impensabile immaginare che i bus turistici possano arrivare in centro storico per il Giubileo, bisogna fermarli prima e individuare immediatamente i parcheggi. Tra questi possiamo valutare l’ipotesi di quello a via Cipro che sebbene sia molto vicino al centro è un grande spazio che può permettere ai turisti di arrivare a piedi in Vaticano. Il Giubileo ci dà un’occasione importante, perché la nuova disciplina su questo tema in occasione dell’Anno santo poi la dobbiamo lasciare in piedi anche dopo”.

di Emiliano Pretto

08 settembre 2015

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»

DIRE

DIRE.it – Documenti Informazione REsoconti dal 1988