AREA ABBONATI - Accedi ai notiziari

DIRE lazio

Rifiuti, Zingaretti: il termovalorizzatore di Albano non serve

N. Zingaretti

N. Zingaretti

ROMA – “Dalla proiezione dei dati in nostro possesso l’impianto di gassificazione, il termovalorizzatore di Albano, autorizzato e mai realizzato, a nostro giudizio non serve alla chiusura del ciclo dei rifiuti, che invece ha raggiunto un suo equilibrio. Rispetto a questo punto abbiamo comunicato in queste ore al ministero dell’Ambiente la nostra opinione fondata sui dati disponibili allo stato attuale”. Così il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, parlando in commissione Ecomafie facendo riferimento ai decreti attuativi dello Sblocca Italia che sta per emanare il ministro Galletti e che per il Lazio prevedono la realizzazione di due termovalorizzatori di Albano e Malagrotta già autorizzati.

SU TERRITORI SERVONO PICCOLE DISCARICHE – “Rimane a nostro giudizio la necessità sui territori di piccoli impianti di smaltimento quali destinatari finali del recupero”, ha aggiunto Zingaretti.

DA FEBBRAIO 2014  DISCARICHE IN REGOLA NEL LAZIO – “Da febbraio 2014 possiamo dire che tutte le discariche operano nel rispetto delle norme europee e italiane sul trattamento dei rifiuti. Ci siamo arrivati con procedure ordinarie, senza poteri straordinari, chiudendo la stagione del commissariamento”.

105 MLN PER DIFFERENZIATA IN TRIENNIO 2014/16 – “Per il triennio 2014-16 abbiamo stanziato quasi 105 milioni sulla differenziata. In totale dunque sono stati destinati all’aumento della differenziata circa 185 milioni di euro, di cui circa 100 già erogati. Dei 185 circa 74 sono destinati a Roma Capitale, a cui sono stati già trasferiti circa 44 milioni. Questa forte immissione di risorse ha determinato un aumento significativo della raccolta differenziata e della diminuzione di quasi il 50% delle tonnellate di rifiuto conferito- ha aggiunto Zingaretti- Le attuali stime descrivono un quadro estremamente positivo: il dato della differenziata si sta consolidando dal 26% del 2013 al circa 40% del 2014, che determina un ulteriore notevole riduzione di conferimenti residuali in discarica. L’azione programmatoria sta contribuendo a realizzare la normalità”, ha concluso Zingaretti.

08 settembre 2015

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»

DIRE
facebooktwitteryoutubelinkedIn instagram

DIRE.it – Documenti Informazione REsoconti dal 1988