Costa d’Avorio, accordo con l’Italia per distretto pesca

peschereccioROMA – Un accordo di cooperazione scientifico-produttiva fra il Distretto della pesca di Mazara del Vallo e la Costa d’Avorio, primo passo di un progetto in grado di favorire investimenti per oltre 100 milioni di dollari, è stato firmato ad Abidjan. “Siamo convinti assertori della pesca sostenibile e fortemente ancorata ai principi della Blue economy attraverso la responsabilità condivisa e la rigenerazione delle risorse”, hanno detto in occasione della firma il ministro delle Risorse alieutiche e della zootecnia della Costa D’Avorio, Kobena Kouassi Adjoumani, e il presidente del Distretto produttivo della pesca e della crescita blu del Comune siciliano, Giovanni Tumbiolo.

pesca_corde_pescherecciA Grand Bassam, ex capitale a vocazione turistica, sarà creato un distretto della Pesca e della blue economy. Previsti investimenti per oltre 100 milioni di dollari con la partecipazione di imprese siciliane ed ivoriane, della Banca africana di sviluppo e dell’Unione Europea. Un aspetto di rilievo sarà costituito dalla collaborazione fra l’Istituto zooprofilattico “Mirri” di Palermo e le istituzioni scientifiche ivoriane per l’avvio di un progetto per la creazione in Costa d’Avorio di un Istituto per la sanità pubblica veterinaria e, in particolare, per la sicurezza alimentare. Adjoumani parteciperà alla Blue Sea Land-Expo dei Distretti agroalimentari, un’iniziativa promossa dalla Regione siciliana in programma tra Palermo e Mazara del Vallo dal 5 al 9 ottobre. Prevista la partecipazione di 50 Paesi del Mediterraneo, dell’Africa e del Medio Oriente.

8 Lug 2016
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»