Lavori in corso, a Bologna diventa off limits l'area delle due torri (VIDEO) - DIRE.it

Emilia Romagna

Lavori in corso, a Bologna diventa off limits l’area delle due torri (VIDEO)

lavori in corso bolognaCome annunciato, da stamattina anche l’area sotto le Due torri è circondata dalle transenne del cantiere BoBo, aperto nel cuore di Bologna per il rifacimento della pavimentazione stradale. A via Rizzoli e via Ugo Bassi, dunque, si aggiunge anche piazza Ravegnana con ricadute non indifferenti sulla circolazione. E’ la fase “più impegnativa” del cantierone, ricorda l’assessore alla Mobilità di Palazzo D’Accursio, Andrea Colombo, a margine di una conferenza stampa in Comune.

Se da più parti si chiede al Comune di concludere i lavori più in fretta possibile, “questo è sempre stato il nostro impegno”, risponde Colombo: “Ne è anche testimonianza e prova concreta il fatto che abbiamo riaperto in anticipo di alcune settimane i primi tratti già pronti di via Rizzoli e via Ugo Bassi. Il nostro assillo è fare bene- sottolinea l’assessore- perchè sono lavori che la città aspettava da decenni e fare il più in fretta possibile, perchè siamo coscienti dei disagi per i cittadini e le attività commerciali”. Colombo manifesta ottimismo: “E’ un cantiere veloce, fatto bene e non immobile”, perchè “si muove in tempo reale e, man mano che i pezzi saranno pronti, li riapriremo”. E’ stato così per strada Maggiore, via Rizzoli, via Ugo Bassi “e la stessa cosa varrà anche per l’area sotto le Due torri”, assicura Colombo. Ad ogni modo, l’obiettivo è concludere i lavori sotto le Due torri “fra settembre e ottobre”, ribadisce l’assessore: “La data esatta, come anche per Rizzoli e Ugo Bassi, la vedremo letteralmente strada facendo, in base anche alle condizioni meteo (che per ora per fortuna ci stanno assistendo) e in base ad eventuali imprevisti negli scavi”.

bologna lavori in corso

Però, aggiunge Colombo, “mi sento di dire, dopo questi primi mesi di cantiere, che i lavori sono stati ben organizzati e stanno procedendo in fretta. Quindi sicuramente finiranno in tempo, anzi speriamo anche in anticipo come finora è stato”. Nel frattempo, “alcuni eventi del calendario ‘Made in BoBo’ che alcune attività commerciali hanno proposto- segnala l’assessore- in parte sono già in atto, in particolare in piazza Re Enzo che in questo momento non è interessata dal cantiere”.

Sempre su questo fronte, “stiamo lavorando con l’assessore Matteo Lepore per portare in Giunta- riferisce Colombo- la delibera che stabilirà le regole fondamentali per utilizzare i tratti via via aperti ai pedoni”, oltre che “ovviamente” stabilire le esenzioni sui canoni di occupazione del suolo pubblico, con l’obiettivo di “favorire queste iniziative”. A questo proposito, “oltre alle associazioni di categoria e al comitato Vivere il centro che sono già coinvolti e partecipi, invitiamo anche tutte le altre associazioni di volontariato e culturali della città- dichiara Colombo- a fare riferimento a Bologna welcome, che farà un vero e proprio cartellone di iniziative da qui fino alla fine del cantiere”. Un progetto che, “come per strada Maggiore, renderà evidente che questo cantiere è un disagio- conclude Colombo- ma può far nascere anche nuove opportunità di uso dello spazio pubblico riqualificato”.

8 giugno 2015
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»