Casal Bruciato, Vescovo: “Famiglia rom invitata domani da Papa Francesco”

Ancora contestazioni alla presidente del IV municipio, che risponde: "Sui diritti umani non si discute"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “Abbiamo invitato la famiglia Rom all’incontro con Papa Francesco, che si terrà domani in occasione delle celebrazioni della Giornata mondiale dei rom. Non sappiamo se verranno”. A dirlo il Vescovo ausiliare di Roma, Don Giampiero Palmieri, al termine della visita insieme alla sindaca di Roma, Virginia Raggi, alla famiglia Rom legittima assegnataria da martedì di un alloggio popolare in via Satta a Casal Bruciato.

LEGGI ANCHE: VIDEO | Casal Bruciato, da Casapound insulti a madre rom con bimba: “Troia, ti stupriamo”

CASAL BRUCIATO, VESCOVO: È BRAVA FAMIGLIA ROM CHE LAVORA

“Questa è una brava famiglia rom, che lavora- racconta il Vescovo- il papà lavora in un mercatino dell’usato. È una famiglia con tanti figli che chiaramente è balzata in avanti nella graduatoria. Non so come andrà a finire qui la situazione, ma certo va creata integrazione. Questa è una famiglia così e se nemmeno una famiglia così riesce ad essere integrata… L’odio nasce perché sono Rom e questo è inaccettabile”.

“Volevano organizzare una festa nel condominio per farsi conoscere. Sono molto spaventati, i bambini sono andati via dagli zii”, conclude.

CASAL BRUCIATO, PRESIDENTE MUNICIPIO IV: SU DIRITTI UMANI NON SI DISCUTE

“I diritti umani sono degli italiani prima di tutto, di quelli che sono nati qui. Lei intanto ci faccia vedere lo stato di famiglia e il dna di tutti quei bambini che dovrebbero essere in quello stato di famiglia, perché io non ci credo”. Risposta: “I diritti non si calpestano, non si transige”. Questi i toni del duro faccia a faccia in via Satta, a Casal Bruciato, tra la presidente del IV Municipio, Roberta Della Casa, e una cittadina.

La donna ha intercettato in strada la minisindaca M5S e le ha detto: “Io sono di Casapound, ma non sono razzista, dovete fare vedere le graduatorie in chiaro”, riferendosi alle assegnazioni degli alloggi popolari.

“Perseguiamo gli illeciti ma sui diritti umani non si discute”, ha risposto la presidente del IV Municipio.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

8 Maggio 2019
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»