Campania

Alluvione del Sannio, M5S consegna oltre 106 mila euro ricavati da taglio stipendi

alluvione_sannio_Foto_Da_twitterNAPOLI – E’ stato firmato oggi nell’Istituto Rampone di Benevento l’atto di restituzione di parte del taglio dei primi quattro mesi degli stipendi dei consiglieri del Gruppo consiliare Movimento 5 Stelle del Consiglio regionale della Campania pari a euro 106.099,38. I soldi serviranno per l’allestimento tecnologico dei laboratori del plesso scolastico, distrutti dal fango dell’alluvione dell’ottobre scorso. Alla presenza della dirigente scolastica, Assunta Fiengo, del corpo docente e degli studenti dell’istituto, i portavoce regionali M5S Tommaso Malerba, Michele Cammarano, Valeria Ciarambino, Luigi Cirillo, Maria Muscara’, Vincenzo Viglione e Gennaro Saiello hanno firmato l’atto e consegnato le distinte dei versamenti effettuati sul conto corrente dell’Istituto Rampone.

Questa e’ la politica che si fa comunita’. E’ un gesto piccolo, ma concreto di vicinanza e attenzione nei confronti della cultura e della formazione. Contemporaneamente un messaggio rivolto alle nuove generazioni: ci possono essere una politica diversa e delle istituzioni piu” attente ai bisogni”. Lo dice Tommaso Malerba, capogruppo del Movimento 5 Stelle al Consiglio regionale della Campania.

“Siamo qui oggi anche per accendere un riflettore su Benevento – attacca Valeria Ciarambino, consigliere del Movimento 5 Stelle e presidente della Commissione Trasparenza – siamo felici, ma anche arrabbiati. A distanza di sei mesi dall’alluvione non e’ ancora stato fatto nulla. Questi di oggi sono i primi soldi veri che arrivano a Benevento e ci chiediamo se non si stia procrastinando l”attuazione degli interventi perche” si avvicina la campagna elettorale”. “E” un sospetto non molto distante dalla verita” – conclude Ciarambino – in agguato ci sono i soliti noti pronti a giocarsi come promesse elettorali mantenute la carta dei soldi pubblici per gli interventi di ripristino”.

8 aprile 2016
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»