AREA ABBONATI - Accedi ai notiziari

DIRE Moda

CreaModaExpo, a Bologna spazio agli accessori di moda – FOTO

BOLOGNA – Al via la seconda edizione di CreaModaExpo, la fiera dell’accessorio di moda, che apre i battenti oggi in Fiera a Bologna e sarà allestita fino a venerdì 10 aprile per tutti gli stilisti, modellisti ed esperti di moda che vogliano trovare spunto per accessori e dettagli con cui corredare la propria collezione. Componenti di abbigliamento, pelletteria e calzature, tra i padiglioni della fiera è possibile trovare un po’ di tutto: “Chi vuole un accessorio deve venire qui, altre fiere hanno un po’ di tutto, ma chi cerca gli accessori qui troverà innovazione e novità, a Bologna c’è l’eccellenza dell’accessoristica”, dice Eliseo Monaco, direttore organizzativo della kermesse che torna sotto le Due torri ampliata dopo la prima edizione dell’ottobre scorso. Cresce il numero degli espositori (sono 115 contro i 100 dell’autunno, con una crescita del 13%) e Monaco scommette anche sul numero dei visitatori, convinto che sorpasseranno quelli della prima edizione (fa ben pensare l’impennata di contatti sul sito e le 8.000 richieste di biglietti d’ingresso).

“Gli espositori arrivano da 10 paesi europei e due anche dall’India”, dice ancora Monaco, che per la prossima edizione (dal 13 al 15 ottobre) punta su una vera e propria internazionalizzazione. Questa mattina c’è stato il taglio del nastro, alla presenza del presidente di Bologna Fiere, Duccio Campagnoli, di Eliseo e del presidente di CreaModaExpo, Luigi Lucentini. Madrina dell’iniziativa la presentatrice Jo Squillo, che curerà l’area Media Tv. “In un settore tradizionale come quello del made in Italy, questa fiera lavora per offrire soluzioni tecnologiche più avanzate, noi siamo contenti di poter dare questa opportunità ospitandola”, dice Campagnoli, che ha fatto un giro tra gli stand e toccato con mano alcune novità in esposizione.

 

Tra stoffe, telai, scarpe, prototipi stilistici e altre curiosità, gli stand mostrano quanto è possibile fare per innovare il design utilizzando teconlogia all’avanguardia e robotica, senza dimenticare l’ecosostenibilità. In fiera è possibile vedere all’opera una stampante capace di stampare in tre dimensioni che viene applicata all’accessoristica nel campo della moda (come in campo biomedico e in altri) ma anche i tecnici dell’Università di Siena che nel loro laboratorio di robotica utilizzano sistemi avanzati applicati agli accessori. “Si respira novità e voglia di fare- sottolinea Campagnoli- che testimoniano il valore e l’importanza dell’iniziativa, cresciuta dalla scorsa edizione”. Questa fiera, spiega il presidente Lucentini, arriva per ultima in ordine di tempo rispetto agli altri appuntamenti canonici della moda, perchè è pensata proprio per “contribuire a creare delle collezioni last minute”.

A questa edizione primaverile di CreaModaExpo c’è anche Miss Slovenia, Julija Bizjak, che fa da testimonial all’azienda “Bollicine di stile” della giornalista e icona di stile, ideatrice e fondatrice Tjasa Dornik, che in fiera presenta l’app di stile che ha creato. Una app in cui si possono inserire i propri look, renderli pubblici (e farli votare dai propri amici) oppure semplicemente creare un ‘diario’, per sapere sempre cosa si è indossato in determinate occasioni e non fare la gaffe di ripetere lo stesso abbigliamento con la stessa persona. Non solo, spiega Dornik, “è possibile anche creare la propria valigia” per non dimenticarsi di portare il vestito giusto. “Solo pochi mesi fa CreaModaExpo era un evento sconosciuto- conclude il direttore Monaco- dopo una sola edizione ha già una forte risonanza e riconoscibilità a livello internazionale”.

 

di Marcella Piretti

08 aprile 2015

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»

DIRE

DIRE.it – Documenti Informazione REsoconti dal 1988