AREA ABBONATI - Accedi ai notiziari

DIRE Emilia-Romagna

Cultura. Ravenna ritenta, “Così saremo capitale italiana”

Bakkali, Matteucci, CassaniRAVENNA – Due eventi speciali il 18 luglio in darsena e il 22 dicembre a Palazzo Rasponi dalle Teste. La promozione di cinque manifestazioni di punta. E cinque luoghi della cultura restituiti alla città. Passata la delusione per avere visto sfumare la candidatura a Capitale europea della cultura 2019, Ravenna si butta nell’avventura “Capitale italiana” del 2015, assieme alle quattro finaliste sconfitte da Matera: Cagliari, Lecce, Perugia e Siena. Lo scorso 3 marzo è arrivata la certezza delle risorse, un milione di euro dal ministero della Cultura. E oggi il coordinatore del progetto, Alberto Cassani, illustra il “programma delle azioni” prima in commissione e poi alla stampa. Due i capitoli di intervento: promozioni e infrastrutture; 400.000 euro per il primo e 600.000 per il secondo. Nello specifico tra i 70 e i 100.000 euro andranno per la promozione del logo e delle azioni principali, in parte assieme alle altre città. Pronti anche un pannello per l’aeroporto di Bologna e un video per la metropolitana di Milano, oltre a campagne sulle principali testate italiane.

Tra i 300 e 330.000 euro serviranno per valorizzare cinque “eventi di punta” già in programma: la mostra “Il Bel Paese”, il Ravenna Festival, l’inaugurazione della prima stazione del parco archeologico di Classe, Dante 2015 e Ravenna Mosaico. Per co-finanziare eventi ad hoc proposti dalle associazioni culturali cittadine, “già molte decine le proposte avanzate”. E per i due eventi speciali con i quali “si prenderà simbolicamente possesso di due spazi fondamentali per il presente e il futuro della città”, darsena e Palazzo Rasponi appunto. Infine 600.000 euro vanno a allestimenti e arredi di altri cinque siti: il museo del Territorio di Classe, ancora Palazzo Rasponi dalle Teste, il teatro Rasi, la Biblioteca Classense e alcuni spazi della darsena come l’ex tiro a volo.

(Prosegue nel notiziario DIRE in abbonamento)

di Cristiano Somaschini

08 aprile 2015

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»

DIRE

DIRE.it – Documenti Informazione REsoconti dal 1988