Ecco il progetto di de Magistris e Varoufakis per le Europee 2019

NAPOLI – Il 10 marzo a Napoli (Palazzo Venezia, via Benedetto Croce 19, alle 18,00) Yanis Varoufakis, co-fondatore di DiEM25 e Luigi de Magistris, presidente di demA (Democrazia e Autonomia) – assieme a esponenti dei partiti progressisti ed ecologisti europei, tra cui Benoit Hamon, alla guida del nuovo movimento Ge’ne’ration.s – lavoreranno alla nascita di un nuovo soggetto politico transnazionale. Un progetto innovativo che si presentera’ alle elezioni europee del 2019 con “l’urgenza di dare finalmente peso alle tante voci che in Europa non sono ascoltate”.

“Per la prima volta si lavorera’ a costruire una vera lista transnazionale, che presentera’ un’unica lista di candidati con un unico programma in tutto il continente alle elezioni europee del 2019″ sostiene Yanis Varoufakis. “Liberare l’Europa dalle politiche liberiste ed oligarchiche e’ un obiettivo politico necessario per garantire i diritti e soddisfare i bisogni del popolo europeo. – specifica Luigi de Magistris – Per un’Europa della giustizia sociale, della solidarieta’ e dell’uguaglianza”.

“In tutta Europa – si legge nella nota diffusa dagli organizzatori dell’iniziativa – i principali beneficiari delle scellerate politiche dell’establishment e della spettacolare incapacita’ della sinistra di articolare un programma politico credibile sono le forze nazionaliste o xenofobe. C’e’ urgenza di un nuovo progetto politico europeo e nazionale, serio e dirompente. I risultati delle elezioni italiane chiamano un nuovo inizio. Occorre una strategia coordinata a livello europeo, nazionale e municipale, che sia capace di affrontare le grandi crisi del nostro tempo: dal cambiamento climatico alle migrazioni, dall’evasione fiscale delle multinazionali al ricatto del debito, dall’emergenza del lavoro alla poverta’ crescente.
Senza dimenticare l’urgenza di una profonda democratizzazione dell’Unione Europea”.

Dopo i risultati elettorali e’ chiara la necessita’ di una nuova forza progressista, aperta e anti-sistema capace di offrire un’alternativa credibile in Italia e in Europa”, aggiunge Lorenzo Marsili, co-fondatore italiano di DiEM25.

“Nessuna risposta a questi problemi – prosegue la nota ufficiale – puo’ arrivare dall’attuale establishment europeo e nazionale. Ne’ potra’ arrivare dai nuovi populismi e nazionalismi che dilagano in tutto il continente e che sono il risultato diretto delle politiche nefaste di questi anni. Il 10 marzo si parte per aprire un terzo spazio e costruire una nuova alternativa politica. Da Napoli presenteremo un progetto politico per scuotere l’Europa e restituire speranza all’Italia. Con delicatezza. Con compassione. Ma con fermezza!” Due i momenti di incontro previsti nel capoluogo campano nella giornata del 10 marzo. Il primo alla Domus Ars(via Santa Chiara, 10), dalle 11 alle 17, dove parteciperaano rappresentanti di Alternativet (Danimarca), Bündnis – DiEM25 (Germania), DemA (Italia), DiEM25 Ge’ne’ration-s (Francia ), Livre (Portogallo), Razem (Polonia). In qualita’ di osservatori rappresentanti di DEMOS (Romania), DiB (Germania), Partito Europeo dei Verdi, Partito Europeo della Sinistra, Levica (Slovenia), Nova ljevica and Zagreb Je NAŠ! (Croazia), PCF (Francia). Il secondo momento di incontro sara’ a Palazzo Venezia (via Benedetto Croce 19) alle 18,00 dove i rappresentanti di tutte le forze politiche riunite a Napoli terranno la conferenza stampa congiunta, in cui commenteranno i risultati dell’incontro e presenteranno un invito aperto firmato congiuntamente per aderire al nuovo progetto politico per le Elezioni Europee 2019.

8 Marzo 2018
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»